Categorie
Tecnologia

La Vitale Importanza del Backup dei Dati

Viviamo in un’epoca in cui TUTTO è digitale. Documenti, foto, tesi di laurea, canzoni, video e chi più ne ha più ne metta. Nella stragrande maggioranza dei casi che mi è capitato di vedere, la totalità dei files era memorizzata in un’unica partizione, spesso nell’unico hard disk del Computer o del Notebook dell’utonto di turno.

Capita poi che il malcapitato mi chiami disperato pregandomi di recuperare i suoi “preziosissimi” dati. Ecco, la risposta a questa richiesta la leggerete tra pochi giorni, oggi mi preoccuperò di “salvarvi” per evitare di contattare in nottata il vostro esperto di fiducia.

Ricordate: prevenire è meglio che curare.

Evitare di perdere i propri dati è facilissimo e spesso economico.

Passo 1: Recatevi nel vostro store di fiducia e acquistate un hard disk esterno da 500 GB (o da 1 Tera..). La spesa sarà più o meno parti ad un “centone”.

Passo 2: Se vi sono rimasti venti euro, tornate al negozio e comprate una chiavetta usb da 4 GB

Passo 3: Bene, abbiamo finito di spendere soldi. Contenti? Ora possiamo iniziare a creare copie di backup dei nostri dati!

Passo 4: Supponiamo che stiate lavorando su Windows (una versione NT, a partire dal 2000). Andate sul sito dell’ottima RunTime e prelevate l’altrettanto ottimo DriveImage XML. E’ un programmino gratuito che, una volta installato, vi permetterà di fare una copia (compressa se volete) delle vostre partizioni (C:\, D:\, avete presente?). Creare il vostro backup è semplicissimo: aprite il programma, se usate Vista o Seven dovrete avere i diritti di Amministratore, scegliete la partizione di cui volete fare il backup, scegliete la destinazione (il disco che avete comprato poco fa) e il livello di compressione. Lasciate lavorare il programma e alla fine vi ritroverete con molti file del tipo Backup.001, .002 ecc

Passo 5: Ora avete il vostro backup!

Passo 6: Forse esistono altri programmi, forse ne esistono di migliori. Ho scelto di proporvi questo per vari motivi: è gratis, è semplice, è efficiente, funziona con Vista/7, permette di aprire le immagini create per estrarre anche singoli files e, cosa non da poco, è semplice integrarlo in un cd creato con BartPE con driver SATA per ripristinare le immagini delle partizioni di sistema

Passo 7: Giusto, come ripristinare per intero le vostre immagini? Potete aprire il programma da Windows e scegliere “Recover” oppure crearvi l’utilissimo cd auto-avviante che vi ho accennato sopra (aspettatevi un articolo tra qualche giorno)

Passo 8: Vi ricordate la chiavetta che avete comprato? Bene, copiateci i files che ritenete strettamente essenziali (tesi, foto del matrimonio, video delle vacanze ecc..) e mettete la vostra amica USB in un posto sicuro. Andrete a riprenderla solo in casi estremi..

Passo 9: Esistono servizi on-line che vi permettono di archiviare i vostri dati gratuitamente. Ma attenzione, il servizio è allettante ma la privacy dei dati non è sempre garantita. Se volete farvi un’idea in merito date un’occhiata qui.

Passo 10: Bene, non ci sono più scuse! I vostri dati ora DEVONO essere al sicuro! Mai avere una sola copia di un file importante! Ricordate che gli hard disk sono componenti molto fragili.. anche i backup creati con DriveImage XML andrebbero effettuati spesso (sovrascrivendo i precedenti). Almeno una volta al mese.

Se avete seguito i miei consigli non dovreste aver bisogno di leggere il mio prossimo articolo su come recuperare dati cancellati/spariti, ma dato che fidarsi è bene, non fidarsi è meglio, l’articolo ve lo scrivo comunque 😉

Stay tuned!

[Omnia/Luca Zaccaro]

  • Share on OkNotizie
  • Share on Twitter
  • Share on Facebook

1 risposta su “La Vitale Importanza del Backup dei Dati”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.