Categorie
Sport

Juventus 12/13: “In&Out”

Juventus

Di nuovo qui (in “leggero” ritardo) a commentare un’altra stagione della Signora

1 Gianluigi Buffon
Non decisivo come l’anno scorso. Sicuramente meno impegnato. Pur sempre uno dei migliori al mondo. Pesano (e non poco) i due errori della partita di andata contro il Bayern Monaco. Senatore: 6,5

2 Lúcio
Si sperava in un altro colpo “alla Pirlo” ma queste cose non ti capitano due volte. Mai parte del progetto, Conte gli concede qualche occasione ma le spreca quasi tutte. Rescinde il contratto appena ne ha la possibilità. Divorziato: 5

3 Giorgio Chiellini
Sempre insostituibile. Infatti, quando si fa male, la squadra ne risente parecchio. Da gestire meglio per quanto riguarda gli infortuni. Gladiatore: 7

4 Martín Cáceres
Non riesce sempre a ripetere le ottime prestazioni dello scorso anno, anche perché trova meno spazio (e non protesta). Quando gioca però fa (quasi) sempre bene. Un brutto incidente stradale lo tiene fuori per parecchio tempo. Diligente: 6

6 Paul Pogba
Il ragazzo (solo 19 anni) è la vera perla della stagione. Rubato al Manchester trova in Conte un ottimo allenatore/motivatore. Le qualità fisiche, tecniche e balistiche non si discutono. Non deve assolutamente compiere l’errore di perdere il controllo (ma non penso che Conte lo permetta). Potenzialmente un campione vero: 8

7 Simone Pepe
Stagione da dimenticare per il maratoneta dello scorso anno. Quasi mai in campo (solo una manciata di minuti) per via di numerosi infortuni e ricadute. Incerottato: S.V.

8 Claudio Marchisio
Stagione altalenante, con picchi di assoluta classe e partite un po’ anonime. Ma il lavoro che gli si chiede è davvero duro e non sbaglia quasi mai. A volta trova il gol. Principino: 6,5

9 Mirko Vucinic
Spesso fermato da una “influenza” che si è trascinato da Novembre ad Aprile. A volte, quando è in capo, sembra non abbia molta voglia di restarci. Ma quando è in giornata si vede e i suoi gol parlano chiaro. Rapace: 6,5

11 Paolo De Ceglie
Poco impegnato, ma quasi sempre con esiti positivi. Recluta: 6

12 Sebastian Giovinco
Riportato a casa a cifre (secondo me) astronimiche non riesce sempre a dimostrare il suo valore. Spesso è nervoso, quasi mai decisivo. Ma la classe c’è, bisogna solo cercare di esprimerla meglio. Scommessa: 6

13 Federico Peluso
Arriva a metà stagione per rinforzare la rosa. Forse il primissimo impatto è da rivedere ma poi prende confidenza e sbaglia raramente. Giovane: 6

15 Andrea Barzagli
Sempre presente, sempre affidabile, mai scavalcabile. Anche quest’anno prestazioni eccezionali. Colosso: 7,5

17 Nicklas Bendtner
Acquisto (si può dire?) di ripiego, ci mette impegno ma non trova mai il gol. Fermato per un brutto infortunio a metà stagione non ci sarà allo Stadium il prossimo anno. Meteora: 5,5

18 Nicolas Anelka
Non ne ho capito il prestito per sei mesi. Vede il campo due volte. Passato: S.V.

19 Leonardo Bonucci
Prosegue nella sua formazione. Ormai guida la difesa come se fosse un veterano, sbagliando pochissimo. Reagisce bene anche quando si trova a giocare senza Chiellini a fianco. Peccato non averlo sentito durante i festeggiamenti. Caparbio: 7

20 Simone Padoin
Buone le sue prestazioni quando conte gli da spazio. Sufficiente: 6

21 Andrea Pirlo
La classe non si discute, ma i numerosi impegni di quest’anno si fanno sentire. Dovrebbe limitare i palloni persi nella propria tre-quarti. Per il resto è sempre magia. Artista: 6,5

22 Kwadwo Asamoah
Grande acquisto, parte col botto e sulla fascia sembra “immarcabile”. Se ne va per la Coppa d’Africa e torna un po’ affaticato. Ci mette qualche settimana di troppo a ritrovare la forma ma nel finale si rivede al meglio. Locomotiva: 6,5

23 Arturo Vidal
Il “Re Artù” del pallone recuperato. Sempre più perno di questa squadra vincente. Non si arrende mai, mai. E’ l’unico a giocare davvero a Monaco. Simbolo della stagione il suo gol in Champions con la caviglia malconcia. Valutarne la cessione solo di fronte a cifre astronomiche. Top Player: 8

24 Emanuele Giaccherini
La scommessa di Conte paga anche quest’anno. Gol decisivo a poche giornate dalla fine. Giaccherino: 6,5

26 Stephan Lichtsteiner
Bis delle ottime prestazioni offerte l’anno scorso. Tolta qualche partita da “spompato” la fascia destra, avanti e indietro, è cosa sua. Sempre pronto. Svizzero: 7

27 Fabio Quagliarella
Nel ballo degli attaccanti si fa quasi sempre trovare pronto. Contati i minuti giocati è il miglior marcatore. Quando però le cose non vanno come devono diventa invisibile. Goleador: 6

30 Marco Storari
Sempre pronto a subentrare a Buffon, le sue restano prestazioni di livello. Qualche colpa di troppo nella partita con la Lazio in semifinale di ritorno di Coppa Italia. Usato sicuro: 6

31 Laurentiu Branescu
Invisibile: S.V.

32 Alessandro Matri
Prima parte di stagione in ombra, ma porta i gol nel momento in cui ce n’è più bisogno. Rapace: 6

33 Mauricio Isla
Non riesce a recuperare del tutto dal brutto infortunio dello scorso anno. Prova ad inserirsi nel gioco di Conte ma i risultati non sono per ora quelli desiderati. Rimandato: 5,5

34 Rubinho
Invisibile: S.V.

35 Stefano Beltrame
Invisibile: S.V.

39 Luca Marrone
Ragazzo in crescita. Ha futuro. Promettente: 6

Antonio Conte
Riesce nella difficile impresa di bissare il successo in Campionato. La squadra era tra le migliori a disposizione a livello nazionale, ma lui è bravo a tenere alti motivazione e contentrazione. Bene anche l’esordio in Champions. Supera brillantemente la brutta storia della sospensione. Miracoloso: 9

Società
Sembra che il legame con l’allenatore e con la squadra funzioni a dovere, bisogna vedere come gestiranno l’importantissimo mercato estivo. Vincenti: 7

Alla prossima!

[Omnia / Luca Zaccaro]

  • Share on OkNotizie
  • Share on Twitter
  • Share on Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.