Categorie
Tecnologia

Windows Vista e la ricerca (infinita) di aggiornamenti [Soluzione]

Windows Update

Da quando Windows 10 è disponibile pubblicamente (29/07/2015) abbiamo assistito ad un fenomeno tanto evidente quanto mai pubblicamente riconosciuto: la ricerca di aggiornamenti per i sistemi operativi precedenti (Vista SP2, 7 SP1, 8, 8.1 Update e le controparti Server) ha iniziato a richiedere molto tempo, anche diverse ore.

Un fenomeno simile, con il processo svchost.exe che arrivava ad occupare il 100% della CPU (rendendo di fatto inutilizzabile il PC), era già stato riscontrato durante gli ultimi mesi di supporto per Windows XP.

In un primo momento si pensava che i server di Microsoft fossero sommersi dalle richieste di aggiornamento gratuito a Windows 10 (e questo è sicuramente vero) e che quindi i download per i sistemi operativi precedenti fossero stati artificialmente rallentati. Ma la situazione continua a ripetersi, mese dopo mese, dopo parecchio tempo dalla fine del periodo di aggiornamento gratuito.

Per quanto riguarda Windows 7 SP1, Windows 8, Windows 8.1 Update e le controparti Server la soluzione per rendere più veloce la ricerca di aggiornamenti sembra essere quella di installare manualmente l’ultima versione del “Windows Update Agent” prima di lanciare Windows Update, ma per Windows Vista SP2 non ci sono aggiornamenti per questo componente da parecchi anni.

Windows Vista SP2, seppur non più molto utilizzato, è supportato ufficialmente da Microsoft fino al mese di Aprile 2017. Come rendere di nuovo funzionante la ricerca di aggiornamenti su questo sistema?

La risposta (non ufficiale e non definitiva) arriva dall’analisi fatta sul sito http://wu.krelay.de e sembra essere quella di installare manualmente alcuni aggiornamenti, relativi al componente Windows Kernel (win32k.sys).

Vi riassumo brevemente i passi da seguire:

1) Disabilitare Windows Update (Pannello di Controllo > Windows Update > Cambia Impostazioni > Non ricercare aggiornamenti)

2) Riavviare il PC

3) Scaricare ed eseguire manualmente, in ordine, i seguenti aggiornamenti (se viene restituito il messaggio “l’aggiornamento non è applicabile” vuol dire che l’aggiornamento è già installato):

  • KB3078601 (x86 / x64) e riavviare il PC
  • KB3109094 (x86 / x64) e riavviare il PC
  • KB3164033 (x86 / x64) e riavviare il PC
  • KB3185911 (x86 / x64) e riavviare il PC
  • KB3191203 (x86 / x64) e riavviare il PC
  • KB3194371 (x86 / x64) e riavviare il PC
  • KB3198234 (x86 / x64) e riavviare il PC
  • KB3203859 (x86 / x64) e riavviare il PC
  • KB3204723(x86 / x64) e riavviare il PC
  • KB3204724(x86 / x64) e riavviare il PC
  • KB3205638 (x86 / x64) e riavviare il PC
  • KB3216775 (x86 / x64) e riavviare il PC

4) Lanciare la ricerca di aggiornamenti da Windows Update. Ci vorranno circa 30 minuti per la ricerca vera e propria

5) Installare gli aggiornamenti e riavviare il PC

6) Aspettare il mese successivo e verificare se è presente un nuovo aggiornamento da installare manualmente prima di lanciare di nuovo la ricerca automatica

Certo, in alternativa potreste sperare che Microsoft rilasci un aggiornamento del Windows Update Agent anche per Windows Vista ma, visto lo scarso utilizzo e l’approssimarsi della fine del supporto, escluderei novità da questo punto di vista.

Nota: dal mese di Ottobre 2016 Microsoft ha iniziato a rilasciare aggiornamenti cumulativi (simili a quelli di Windows 10) anche per Windows 7 e Windows 8.1 ma non per Windows Vista, che continuerà a ricevere aggiornamenti singoli fino al termine del supporto.

Cosa ne dite? Avete risolto i vostri problemi di aggiornamenti “eterni” con questa guida? La sezione dei commenti è a vostra disposizione!

[Omnia / Luca Zaccaro] via http://wu.krelay.de

 

  • Share on OkNotizie
  • Share on Twitter
  • Share on Facebook

2 risposte su “Windows Vista e la ricerca (infinita) di aggiornamenti [Soluzione]”

Grande Luca, sono letteralmente impazzito per cercare la soluzione, e finalmente l’ho trovata qui. Grazie!

Figurati, il merito è più che altro del sito linkato in fondo all’articolo!
In ogni caso ormai Vista è fuori supporto e questi problemi non si pongono più 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.