Categorie
Tecnologia

Atheros AR5007EG e le protezioni WPA/WPA2

Scrivo queste due righe nella speranza di aiutare chi si dovesse trovare nella mia stessa situazione: il chip Atheros AR5007EG montato sulle schede Wireless di molti portatili di qualche anno fa (la maggior parte veniva venduta con Windows Vista Home Premium) non supporta le protezioni WPA/WPA2 che molte reti moderne implementano per evitare utilizzi impropri. Spesso né sul sito del produttore né su Windows Update vengono proposti aggiornamenti per il device. L’unica soluzione sembra essere un repository non ufficiale (in quanto tale è ovvio che la scelta e le responsabilità sono tutte vostre). Io ho provato a scaricare gli ultimi driver (versione 7.7.0.498) dal sito http://www.atheros.cz/atheros-wireless-drivers.php e ad installarli sul portatile in questione e, dopo un riavvio, tutto funziona a dovere. Se non riuscite a trovare altre soluzioni ufficialmente supportate potreste provare anche questa strada.

Spero di esservi stato utile 🙂

[Omnia / Luca Zaccaro]

  • Share on OkNotizie
  • Share on Twitter
  • Share on Facebook
Categorie
Internet

Migrazione WLSpaces > WordPress Step By Step

Come ormai avrete capito, dal 16 marzo 2011 tutti i blog ospitati su Windows Live Spaces verranno eliminati definitivamente e senza possibilità di recupero. Fino al 4 gennaio 2011 sarà ancora possibile scrivere nuovi articoli sul proprio “Space” mentre dopo tale data questa opzione non sarà più disponibile.

Microsoft, grazie ad un importante accordo con Automaticc, ha deciso di offrire ai propri utenti la possibilità di trasferire gratuitamente il loro blog sulla piattaforma WordPress ospitata da WordPress.com

Se ancora non lo sapete, WordPress è una applicazione web gratuita, liberamente scaricabile e modificabile, che permette di creare un blog in pochi passi. Grazie all’enorme sviluppo che c’è “dietro le quinte” questo è diventato con gli anni uno strumento potentissimo e molto affidabile, dato che gli eventuali bug vengono risolti in pochi giorni.

WordPress nella sua versione più “pura” si presenta come un insieme di file da scaricare e trasferire sul proprio sito internet per far partire l’installazione.

WordPress.com non è niente altro che un sito che offre la possibilità di aprire un blog su un terzo livello (tuonome.wordpress.com) in modo totalmente gratuito e sollevando l’utente dalla necessità di preoccuparsi di impostazioni di sicurezza e gestione del database. Naturalmente ci sono dei limiti rispetto alla versione “libera” ma con pochi euro è possibile ottenere un servizio almeno confrontabile con quello del completo “fai da te”.

Veniamo al dunque, una guida step by step per trasferire il vostro Windows Live Space su WordPress.com

Avvertimento: avete tempo fino al 16 marzo 2011 per effettuare l’aggiornamento, dopodiché il vostro blog verrà eliminato definitivamente. Dopo la procedura di migrazione non sarà più possibile accedere al proprio Windows Live Space (tutte le visite verranno redirette verso il nuovo blog WordPress).

Passo 1: accedete a Windows Live e andate sulla pagina degli spaces. Ecco la schermata che vi verrà presentata

Passo 2: cliccare su “Aggiorna il mio blog con WordPress”

Passo 3: cliccate su “Continua”

Passo 4: siete ora sul sito di WordPress. Cliccate sul bottone arancione

Passo 5: nel popup che si apre inserite le vostre credenziali di Windows Live

Passo 6: scegliete un nome utente per il nuovo blog (solo lettere e numeri) e una password

Passo 7: scegliete un indirizzo (di solito uguale al nome utente) e le impostazioni del vostro nuovo blog

Passo 8 : inizierà ora la fase di migrazione. Articoli e commenti dovrebbero essere trasferiti in pochi minuti

Al termine del processo verrete avvisati con una e-mail. Non verranno trasferiti le bozze degli interventi, i temi, i gadget, il guestbook e gli elenchi.

Nota: se avete un blog con molti contenuti l’operazione può durare anche diverse ore.

Il mio giudizio finale è sicuramente positivo: fare “andare d’accordo” due piattaforme totalmente diverse come WLS e WP non è davvero cosa facile, ma la procedura appare assolutamente indolore.

Certo, sarà un brutto colpo per chi su WLS si era fatto una reputazione, ma per la stragrande maggioranza degli utenti l’occasione vera è quella di imparare ad usare una piattaforma veramente completa e al passo con i tempi.

Non dimenticate che il supporto di WordPress è davvero ben fatto. Se avete problemi non avete che da chiedere!

[Omnia / Luca Zaccaro]

  • Share on OkNotizie
  • Share on Twitter
  • Share on Facebook