Categorie
Tecnologia

Windows 8 Upgrade: la mia esperienza

Windows 8 RTM

In questi giorni, approfittando del ponte, sono finalmente riuscito a testare l’ormai famoso aggiornamento a Windows 8. Vi riporto la mia esperienza, sperando possa essere utile a qualcuno.

Prima di tutto vediamo da dove sono partito: il computer in questione è un “PC da grande magazzino”, ovvero un pre-assemblato con una versione OEM di Windows. In particolare si tratta di un eMachines (oh, ci tengo a sottolinearlo, non l’ho comprato io!) del 2007/2008, con un Processore Intel Pentium D 820 (2,80 GHz), una Motherboard Foxconn 45CM, 2x1GB di RAM DDR2 @333 MHz e una Scheda Video nVidia GeForce 8400 GS con 256 MB di RAM. In aggiunta alla configurazione originale sono stati aggiunti alcuni Hard Disk (1 SATA + 2 PATA), un Masterizzatore DVD, una Scheda TV Asus (questo computer svolge proprio il ruolo di Media Center) e una Scheda di Rete Wireless PCI.

Anche se non si può decisamente definire un “mostro”, il PC in questione ha (quasi) sempre svolto il suo compito come si deve. Non c’era una reale necessità di aggiornare il Sistema Operativo, ma devo ammettere che l’offerta di Microsoft mi ha tentato al punto di convincermi (e poi volete mettere la nuova Start Screen su un 40” in FullHD??).

Per prima cosa ho fatto un Backup dell’intera configurazione funzionante (fate SEMPRE un Backup completo prima di ogni operazione “critica”!), dopodiché ho portato a termine con successo una installazione pulita del Sistema fornito in Bundle con il PC stesso: Windows Vista Home Premium OEM (SP2). Anche l’attivazione dello stesso è andata a buon fine (come ci aspettavamo).

A questo punto ho installato IE9 (per scrupolo) e ho raggiunto la pagina web dedicata alla promozione di Windows 8. Dopo aver confermato la mia volontà di procedere con l’aggiornamento è partito il download di un piccolo eseguibile, “Windows (8) Upgrade Assistant”.

Avviato l’assistente di aggiornamento ha subito mostrato un report molto chiaro di cosa funzionerebbe su Windows 8 e di cosa si potrebbe migrare. Nel mio caso tutto l’hardware era compatibile (l’avevo già testato con la RP) e, volendo, anche alcune configurazioni potevano essere migrate. Se non che, alla schermata successiva, ho scelto di non migrare nulla, procedendo così di fatto con una installazione pulita.

Nella schermata successiva viene mostrato il dettaglio dell’offerta (30€ + IVA per una copia digitale di Windows 8 Pro Upgrade). Scegliamo di non farci spedire il DVD (sono altri 20€, mi pare) e inseriamo i dati di fatturazione. Fate bene attenzione a digitare correttamente il vostro indirizzo e-mail e il vostro codice fiscale.

Subito dopo la verifica dei dati vengono mostrate le modalità di pagamento. Quelle disponibili in Italia sono “Carta di Credito” e “Paypal”. Scelgo la prima (si tratta di una PostaPay) e inserisco i dati della carta. In pochi secondi il pagamento viene accettato e viene mostrato a video il Product Key di Windows 8 Pro (non preoccupatevi, vi verrà mostrato più volte ed inoltre lo riceverete per e-mail nel dettaglio della fattura).

Inizia quindi il processo di Download dei file di installazione. Nel mio caso il Sistema Operativo che sto aggiornando è a 32 Bit, quindi viene scaricato Windows 8 Pro a 32 Bit (2,00 GB).

Andate a prendervi un caffè con gli amici, ci vorrà un’oretta e mezzo più o meno..

Al termine del Download vi viene chiesto se procedere immediatamente con l’aggiornamento o se creare una Immagine ISO del Sistema. Vi consiglio di scegliere questa opzione.

Terminata la creazione dell’immagine dovrete masterizzarla su un DVD (consiglio: nel vostro programma di masterizzazione scegliete l’opzione per verificare il contenuto del disco).

A questo punto è tutto pronto: inserite il DVD, riavviate, fate in modo che il Sistema legga per prima cosa il contenuto del DVD e attendete il caricamento dell’installazione.

Il primo Step è quello di inserire il Product Key. Al contrario di Windows 7 e Windows Xp SP3 non è possibile procedere senza l’inserimento di un codice valido.

Dopo la verifica del codice viene mostrato il contratto di licenza che dovete leggere e accettare.

Il passo successivo è la gestione delle partizioni. Non è cambiato molto rispetto all’installazione di Windows 7.

Ci siamo, inizia la copia dei file e l’installazione vera e propria. Su un vecchissimo Hard Disk PATA da 40 GB ci ha messo venticinque minuti.

Terminata l’installazione si passa alla configurazione: dovrete scegliere il vostro tema preferito, configurare la connessione a Internet (anche in un secondo momento), scegliere se utilizzare un utente associato ad un Microsoft Account (ex LiveID) o un utente “Locale” e alla fine assistere ad un breve Tutorial che vi illuminerà sulla funzione dei “Corners”.

Ecco fatto: l’installazione di Windows 8 Pro è completa e l’attivazione è andata a buon fine. In aggiunta a tutto questo io ho anche richiesto gratuitamente (fino al 31 Gennaio) un Product Key per aggiungere Windows Media Center. Dopo due riavvii il Sistema (Windows 8 Pro con Media Center) era di nuovo attivato e il programma aggiunto funziona a dovere (a parte qualche cosa da rivedere sull’uso del telecomando).

Che dire, il PC è vecchiotto ma Windows 8, semplicemente, FUNZIONA e funziona BENE. Non so se è merito del fatto che non ho ancora re-installato tutti i programmi o se è il Sistema in sé ad essere più performante. Probabilmente sono vere entrambe le cose. Adesso bisogna valutare come si comporta questo Windows 8 nell’utilizzo di tutti i giorni con mouse, tastiera (su schermo) e telecomando MCE. La primissima impressione è sicuramente positiva.

Ho molto apprezzato anche la procedura di aggiornamento: come avete potuto leggere voi stessi si tratta di un tutorial “passo-passo” e sono convinto che anche gli utenti meno esperti (ok, serve un minimo di dimestichezza) possano completare con successo tutte le operazioni necessarie.

E voi che dite? Avete già aggiornato a Windows 8? Pensate di farlo a breve?

[Omnia / Luca Zaccaro]

  • Share on OkNotizie
  • Share on Twitter
  • Share on Facebook
Categorie
Tecnologia

Windows 7: Ultime News Ufficiali

Quella che si avvia alla conclusione è stata una settimana molto “intensa” per quanto riguarda Windows 7. Ho deciso di riportare in un solo articolo le notizie più importanti 😉

Annullato Windows 7 E

Ormai mancava solo l’ufficialità. Ed ora abbiamo anche quella: Microsoft ha deciso di annullare la versione E-uropea di Windows 7: dopo che l’azienda di Redmond aveva presentato il “Browser Ballot” (una finestra per far scegliere il browser) la decisione spettava all’Unione Europea e, date le ultime notizie, sembra che la situazione si sia risolta. E’ il famoso sito Neowin a riportare la notizia che, nella tarda serata di Venerdì, Microsoft ha emesso questo comunicato: “In the wake of last week’s developments, as well as continuing feedback on Windows 7 E that we have received from computer manufacturers and other business partners, I’m pleased to report that we will ship the same version of Windows 7 in Europe in October that we will ship in the rest of the world.” La decisione di annullare questa versione è ottima e di certo favorirà la diffusione di Windows 7. L’altro lato della medaglia è che, probabilmente, le copie “Full” che noi europei potevamo comprare a prezzi stracciati, saranno sostituite con copie “Upgrade”. Ma in merito manca ancora una dichiarazione ufficiale. Ricordo tuttavia che anche con una versione “Upgrade” sarà possibile effettuare una installazione pulita di Windows 7, come scrive Paul Thurrott.

Rivelati i prezzi di Windows Anytime Upgrade (WAU) e del Family Pack

Il team di Windows 7 ha annunciato il costo degli aggiornamenti da una versione all’altra di Windows 7. In dettaglio: aggiornare Windows 7 Starter a Windows 7 Home Premium costerà $ 79,99, l’aggiornamento da Windows 7 Home Premium a Windows 7 Professional costerà $ 89,99 mentre per aggiornare Windows 7 Home Premium a Windows 7 Ultimate bisognerà sborsare $139,99 (Microsoft aggiunge che hanno applicato uno sconto del 12% rispetto a quanto accaduto con Vista). Questa operazione, a detta di Microsoft, dovrebbe concludersi in meno di dieci minuti, non causerebbe perdita di dati e, per noi italiani, potrà essere portata a termine semplicemente ricevendo un nuovo Product Key dal sito di Microsoft Store. Quanto al Family Pack (una versione di Windows 7 Home Premium installabile su 3 PC domestici) costerà $ 149,99 e ci farà risparmiare circa $ 200. A Microsoft si dicono “entusiasti” di poter offrire questa opzione (che a me sembra tanto un condono) ai propri clienti. Naturalmente questi prezzi sono espressi in dollaroni americani. Per noi poveri italiani dovrebbe bastare una piccola sostituzione: € al posto di $. Pagheremo di più, come al solito, ma così va il mondo.

Bloccata la OEM Master Key di Lenovo

Pochi giorni fa, in questo articolo, vi raccontavo che alcuni pirati erano riusciti ad attivare definitivamente Windows 7 Ultimate grazie all’esperienza data dai crack di Windows Vista e grazie ad una Master Key rubata a Lenovo. Bene, Microsoft ha sorpreso tutti annunciando una contromisura tanto drastica quanto “di facciata”: grazie ad un accordo con Lenovo ha deciso di bloccare la Master Key in questione (quella che inizia con 22TKD) e di far “ripassare dal via” tutti i PC di Lenovo che erano stati pre-attivati con quella chiave. Decisione forte, dunque, e anche inaspettata. Microsoft ha voluto ribadire che combatterà la pirateria. Ma è una mossa inutile, di facciata: bloccata questa macro-chiave, ne spunteranno presto altre mille. Come a dire: ho la coscienza pulita.

PS: non è proprio una notizia ma volevo segnalare che, a quanto pare, Intel installerà Windows 7 nei PC dei suoi dipendenti. Sarebbe una vera e propria perla di marketing aziendale 😉

Buon fine settimana e tanti auguri al mio nonnino che sta poco bene..

[Omnia/Luca Zaccaro]

  • Share on OkNotizie
  • Share on Twitter
  • Share on Facebook
Categorie
Tecnologia

W7 Anytime Upgrade e Family Pack: rubati i prezzi

Sono stati resi disponibili prima del previsto (e in forma non ufficiale) i prezzi in dollari delle opzioni di Windows 7 Anytime Upgrade:

Windows 7 Starter >> Windows 7 Home Premium: $81,95

Windows 7 Home Premium >> Windows 7 Professional: $90,95

Windows 7 Professional >> Windows 7 Ultimate: $137,95

Ecco inoltre anche la conferma dell’esistenza di un “Family Pack” per Windows 7 Home Premium che costerà tra i $136,95 e i $144,95.

Bene, benissimo direi. Voi che ne pensate?

[Omnia/Luca Zaccaro – via NeoWin]

  • Share on OkNotizie
  • Share on Twitter
  • Share on Facebook
Categorie
Internet

WordPress 2.8 ITA: Come Aggiornare

WordPress è di sicuro il CMS di Blogging attualmente più completo e più utilizzato al mondo. E, cosa sempre gradita, è gratuito e personalizzabile all’inverosimile. Ma di sicuro questo lo sapete già.

Oggi vi volevo parlare dell’ultimo aggiornamento di WordPress, la versione 2.8, uscita ieri. Gli amici di WordPress Italy hanno rilasciato, come al solito, la versione 2.8 in Italiano.

La procedura di installazione è davvero troppo semplice per meritare approfondimenti (la famosa installazione in 5 minuti). Volevo invece soffermarmi un attimo sulla procedura di aggiornamento. Anche in questo frangente sono stati fatti enormi passi in avanti: dalla versione 2.7 infatti l’aggiornamento si può fare direttamente dal pannello di amministrazione del proprio blog. Se avete effettuato l’accesso al vostro blog WordPress dovreste vedere l’avviso di disponibilità in alto al centro. Basterebbe cliccare lì e attendere qualche secondo. Ma bisogna fare qualche precisazione. Ecco dunque la mia guida per l’aggiornamento da WordPress 2.7.1 ITA a 2.8 ITA:

  1. Se il vostro blog è ospitato su una piattaforma Aruba Linux c’è bisogno di un piccolo intervento manuale. Come segnalato da WordPress Italy, dovete scaricare il file wp-config.php presente nella root del vostro blog. Ora dovete aprire questo file e aggiungere, all’inizio, queste due righe (al termine ri-uppate il file):
    define('FS_CHMOD_FILE',0755);
    define('FS_CHMOD_DIR',0755);
  2. Fate un backup di tutti i files del vostro blog e dei database associati
  3. Entrate nel pannello di amministrazione del vostro blog, andate nella sezione “Plugins”, selezionate tutti i plugin e disattivateli
  4. Ora andate nel menù Strumenti >> Aggiorna e controllare quale aggiornamento è disponibile: se trovate solo l’aggiornamento a WordPress 2.8 eseguite le istruzioni al punto 5 due volte; se invece c’è già l’aggiornamento a WordPress 2.8 ITA dovrete eseguire una sola volta le istruzioni al punto 5
  5. In Strumenti >> Aggiorna cliccate su WordPress 2.8 (o WordPress 2.8 ITA, vedere punto 4). Ora attendete qualche istante e l’aggiornamento dovrebbe concludersi in pochi secondi
  6. Cancellate la cronologia e i file temporanei e riloggarsi nel pannello di amministrazione del proprio blog: il messaggio di aggiornamento dovrebbe essere sparito. Se non è così dovete ri-eseguire le istruzioni del punto 5
  7. Andate in Plugin >> Installati e riattivate uno ad uno i plugin. In questo modo capirete a cosa sono dovuti eventuali errori.
  8. Se avete installato il Plugin “WordPress.com Stats” dovrete re-inserire la API-Key. A questo punto vi chiederà di aggiornare le statistiche del vostro blog. E’ la terza opzione, scegliete quella 😉
  9. Fate una nuova pulizia dei file temporanei e controllate che tutto sia a posto
  10. Se non ci sono stati errori il vostro WordPress è ora aggiornato alla versione 2.8 ITA

Avete dei problemi? Commentate qui o chiedete agli amici di WordPress Italy

[Omnia/Luca Zaccaro]

  • Share on OkNotizie
  • Share on Twitter
  • Share on Facebook
Categorie
Tecnologia

Esclusiva: Ecco (forse) i prezzi-aggiornamento di Windows 7

Esclusiva Italiana: non prendetela ancora come una notizia ufficiale ma, stando a siti informati, sarebbe stata “rubata” una nota di Best Buy in cui si indicherebbero i prezzi di aggiornamento da Windows Vista a Windows Seven. Eccoli

Windows 7 Home Premium Upgrade a $49.99

Windows 7 Professional Upgrade a $99.99

Se questi prezzi (sono in dollari, ovviamente) fossero davvero confermati sarebbe a mio parere la cigliegina sulla torta nel processo di sviluppo di Seven da parte di Microsoft.

Questo post potrebbe subire pesanti modifiche nei prossimi giorni, tenetelo d’occhio 😉

[Omnia/Luca Zaccaro – via NeoWin]

  • Share on OkNotizie
  • Share on Twitter
  • Share on Facebook