Categorie
Tecnologia

Ufficiale: Windows 8 esce il 26 Ottobre

Brandon LeBlanc ha appena annunciato ufficialmente su WindowsTeamBlog (riprendendo una dichiarazione di Steven Sinofsky) che Windows 8 sarà in vendita a partire dal prossimo 26 Ottbore.

Se escludiamo Vista, il cui parto è stato così travagliato da non rientrare in alcuno schema, Microsoft è perfettamente in linea con quanto accaduto in passato: Windows Xp è stato rilasciato il 25 Ottobre 2001 e Windows 7, lo ricorderete bene, il 22 Ottobre 2009.

Se seguiamo questa linea di continuità e ascoltiamo le ultime dichiarazioni ufficiali di Microsoft allora sappiate che anche per la compilazione della versione RTM (quella che andrà in vendita) di Windows 8 è questione di ore: sono passati infatti proprio 3 anni dalla votazione che ha sancito la nascita di Windows 7 RTM. Per quanto ne sappiamo, a partire da lunedì prossimo i “guru” dell’azienda inizieranno a riunirsi e a votare le build candidate a diventare la versione ufficiale del sistema operativo. Solo quando una di queste (o, eventualmente, una nuova ricompilazione) riceverà il 100% dei voti si avrà l’annuncio ufficiale. Che avverrà in ogni caso non oltre la prima settimana di Agosto.

Da qui possiamo lanciare una serie di supposizioni:

– Anche Windows Server 2012 è vicinissimo alla versione RTM (sembra che sarà disponibile qualche settimana prima di Windows 8)

Surface farà il suo debutto il 26 Ottobre (non è chiaro se in entrambe le versioni o no)

Office 2013 dovrebbe essere completo per il 26 Ottobre o comunque in uno stadio tale da permettere l’upgrade alla versione definitiva senza problemi quando sarà disponibile

– A breve, questa la aggiungo io, dovremmo anche avere qualche notizia circa i piani per Windows 7 SP2

Stay tuned 🙂

[Omnia / Luca Zaccaro]

  • Share on OkNotizie
  • Share on Twitter
  • Share on Facebook
Categorie
Tecnologia

Microsoft e la settimana che cambierà il Mondo

Qualche parole su quella che può essere definita la settimana della “Resurrezione di Microsoft”. Scusate l’elenco puntato ma il poco tempo a disposizione mi costringe ad essere parecchio cinico 🙂

– Windows 8 è praticamente pronto. Dopo la versione “Release Preview” gli ingegneri e i programmatori stanno risolvendo gli ultimi bug, ritoccando l’interfaccia grafica per renderla omogenea in ogni sua parte e rimuovendo i codici di Debug. Tutto dovrebbe concludersi il giorno 01/08/2012 quando verrà compilata la versione finale. Da quel momento avremo un Sistema Operativo con Kernel NT 6.2 compatibile con le piattaforme x86 (32/64 bit) e ARM che saprà gestire le applicazioni scritte con il nuovo paradigma “RT” (le “Metro-App”) che saranno disponibili nel nuovo “Market/Store” e le applicazioni “Standard” (ovvero i classici eseguibili che conosciamo da ormai 25 anni) che saranno disponibili sul “Dekstop”

– Microsoft avrà un Tablet di nome Surface fatto in casa (come l’iPad) e disponibile con Windows 8 RT e Windows 8 Pro. Il Design è davvero carino (a parte lo spessore e il peso che vanno diminuiti) e l’idea della cover/tastiera è sicuramente innovativa. Quello che decreterà il successo o meno del prodotto sarà il prezzo di vendita (e il supporto eventuale alle reti 3G/4G che non ho capito se sarà presente o meno). Microsoft ha

detto che i prezzi saranno “concorrenziali” con quelli di iPad (modello ARM) e degli Ultrabook (modello x86).. io

sinceramente inizierei a vendere in perdita, magari a 499$ e 699$ rispettivamente. Sicuramente il valore è più

alto, anche solo per il sistema operativo che viene offerto, ma se l’obiettivo è aprire una “Tablet War”

sicuramente la strada giusta non è quella dei prezzi più alti della concorrenza dato che, in questo campo,

Microsoft è una outsider assoluta. Bisogna contare, così come vedremo tra un attimo, che all’inizio il Market di applicazioni sarà praticamente vuoto

– Anche Windows Phone 8 è pronto. Ed è una rivoluzione assoluta. A vederlo sembra la naturale evoluzione di Windows Phone 7.5 ma in realtà cambia tutto (ma proprio tutto) dato che il cuore di questo sistema non sarà più il vecchio “Windows CE” ma, per la prima volta in assoluto, sarà lo stesso di Windows 8, ovvero “Windows NT”. Questo vuol dire che le limitazioni di Windows Phone 7 (causate dal vecchio Kernel) saranno solo un brutto ricordo (parlo soprattutto del mancato supporto Multi-Core). A breve avremo dunque nuovi smartphone che, in sostanza, avranno Windows 8 RT (= Windows Phone 8) come sistema operativo, proprio come i “fratellini” Tablet e PC. Capite il potenziale? Una applicazione “Metro”, pubblicata sul nuovo Market/Store, sarà nativamente compatibile dovunque io voglia usarla, che si tratti di un Computer, di un Notebook, di un Tablet o di uno Smartphone. Basterà utilizzare l’ultima generazione di sistemi operativi (Windows 8, Windows Server 2012 e Windows Phone 8). Da qui nasce la scelta dolorosa ma necessaria di NON distribuire WP8 sui device della generazione corrente (nemmeno sui nuovissimi Lumia 900) dato che esistono limiti Hardware che impediscono l’Upgrade. La scelta, lo so, è contestabile, soprattutto se si pensa che le nuove applicazioni scritte per Windows Phone 8 NON saranno compatibili con Windows Phone 7.5. Per questo motivo Microsoft ha deciso di rendere disponibile un ultimo aggiornamento (7.8, supportato per 18 mesi) per la generazione corrente di Smartphone in cui porterà comunque molte delle novità presenti in WP8 (nuova Start Screen su tutte) ma non quelle legate all’Hardware (es: supporto NFC). Certo, probabilmente i consumatori un po’ smaliziati ora aspetteranno WP8 prima di comprare un nuovo Smartphone (agli altri non interessa tutto questo discorso) ma in compenso tra pochi mesi avermo davvero un ECOSISTEMA perfetto a disposizione

Ora capiamo perché Microsoft parlava di Windows 8 come della più grande scommessa della sua storia: per la prima volta si stanno lasciando alle spalle il loro punto di forza (la retro-compatibilità pressoché infinita) per creare un nuovo ecosistema tra dispositivi diversi che sarà facilmente manutenibile negli anni a venire.

Auguro a Microsoft di riuscire a portare a termine questo grandioso progetto, anche se in alcuni settori il ritardo accumulato rispetto alla concorrenza è davvero tanto (es: mercato Tablet). L’idea di interazione indipendente dal dispositivo che stanno cercando di proporre è davvero qualcosa di fantastico. E, a prescindere da quanto questo verrà compreso dal consumatore “tipico”, non c’è iOS che tenga. Anche e soprattutto in ambito lavorativo.

[Omnia / Luca Zaccaro]

  • Share on OkNotizie
  • Share on Twitter
  • Share on Facebook
Categorie
Tecnologia

Microsoft presenta Surface, il vero Tablet

Lo pensa così tanta gente che ormai è quasi un luogo comune: i Tablet che abbiamo conosciuto fino ad oggi sono solo giochini costosi. Non possono competere con la produttività di un PC Windows se non in determinati ambienti. Oggi cambia tutto. Oggi Microsoft si tuffa in un mondo tutto nuovo e presenta il SUO tablet. In due versioni: Windows RT e Intel x86. Non me l’aspettavo (così presto), anche se qualche cosa si era intuita nelle ultime ore.

Ora non resta che aspettare e vedere come questi due prodotti (dal Design veramente curato, solo da ritoccare lo spessore) si comporteranno alla prova dei fatti.

Per il momento.. brava Microsoft!

Vai alla pagina ufficiale del prodotto

[Omnia / Luca Zaccaro]

  • Share on OkNotizie
  • Share on Twitter
  • Share on Facebook
Categorie
Tecnologia

Windows 8: annunciati nome ed edizioni

Microsoft ha finalmente ufficializzato alcune informazioni riguardo la prossima versione del suo sistema operativo. Ecco quali:

1) il nome. E’ ufficiale, Windows 8 si chiamerà.. Windows 8 🙂 Bene, vogliono continuare con la strada intrapresa con Windows 7 e questo non può che farci piacere

2) le edizioni. Windows 8 avrà 3 (sì, solo tre!) edizioni: la prima si chiamerà semplicemente “Windows 8” e rappresenterà quello che ultimamente siamo stati abituati a chiamare “Home Premium”; la seconda si chiamerà “Windows 8 Pro” e corrisponderà all’attuale versione “Professional”; la terza si chiamerà invece “Windows RT“. Le prime due edizioni saranno disponibili su processori x86 a 32 e 64 bit mentre l’ultima edizione sarà destinata esclusivamente ai dispositivi ARM. Notiamo con piacere che sono state eliminate quelle piaghe chiamate “Starter”, “Home Basic” e “Ultimate” mentre è confermata la disponibilità di una versione “Enterprise” destinata alle licenze “Software Assurance”. Sarà inoltre disponibile in determinati mercati (es. Cina) una versione monolingua del sistema operativo.

Per quanto riguarda le funzionalità offerte dalle singole edizioni vi rimando all’annuncio ufficiale. Sappiate che le novità salienti sono queste: “Start Screen”, “Windows Store”, “Desktop”, “Defender” e “File History” disponibili in tutte le edizioni e Microsoft Office incluso in “Windows RT” (che però sarà privo di Windows Media Player). Sembra invece che Windows Media Center sarà un pacchetto aggiuntivo da acquistare ad un modico prezzo.

Microsoft promette di tornare presto sull’argomento, soprattutto per dettagliare i prezzi delle varie edizioni. Per il momento non possiamo che ritenerci soddisfatti della strada che Microsoft sta prendendo con Windows 8 e speriamo che non ci siano ripensamenti in corso d’opera.

Windows 8 “Release Preview” (la versione RC) è attesa tra la fine di Maggio e gli inizi di Giugno, la versione RTM è attesa in piena estate (come fu per Windows 7) mentre la disponibilità generale è da attendersi intorno al mese di Ottobre.

[Omnia / Luca Zaccaro]

  • Share on OkNotizie
  • Share on Twitter
  • Share on Facebook
Categorie
Tecnologia

Windows 8 CP: prime impressioni (Parte 1)

Da bravo ossessionato ho scaricato tutto quello che mamma Microsoft ha sfornato al Day One, lo scorso 29 Febbraio. Così, sul disco del “mulo”, mi sono ritrovato, il mattino dopo, ben tre ISO: Windows 8 CP 32 bit, Windows 8 CP 64 bit e Windows Server 8 64 bit. Le versioni a 64 bit dei due sistemi (ovvero quelle che vedremo in larga parte in commercio da qui a pochi mesi) sono finite quasi subito sul mio Assemblato per i test (Intel Core 2 Duo E6600, 2x1GB RAM PC5300, nVidia GeForce 8600 GTS 512MB PCI-E, 180GB SATAII), dove già trovava spazio la Developer Preview, mentre la versione Client a 32 bit (che probabilmente verrà installata solo sui Tablet x86) ho deciso di “dirottarla” su un vecchio Notebook malfunzionante che per qualche strano motivo non mi sono ancora deciso a buttare (Pentium Dual-Core T3400, 2x512MB RAM PC5300, Intel GMA 4500MHD, 120GB SATAII).

Ricorda: puoi scaricare Windows 8 CP da questo link.

— INSTALLAZIONE —

L’installazione dei tre sistemi è durata in media 25 minuti, a partire dall’inserimento del DVD nel lettore fino alla prima apparizione del nuovo “Start Screen”. Per quanto riguarda la prima parte del processo, al momento, nulla di trascendentalmente diverso da quanto visto con la Developer Preview (e con Windows 6.1). L’unica cosa degna di nota è che viene richiesto un Product Key (basta inserire quello universale appositamente creato da Microsoft: DNJXJ-7XBW8-2378T-X22TX-BKG7J). Terminata questa fase il PC si riavvia e l’utente viene catapultato per la prima volta nell’interfaccia Immersive che fa largamente uso del paradigma Metro. L’esperienza Out-Of-The-Box è davvero ben fatta e permette di impostare quasi tutti i parametri necessari. Nella versione Client viene introdotta la possibilità (non presente sulla Developer Preview) di cambiare il colore di base dell’interfaccia Immersive. Giusto il tempo di un nuovo riavvio e l’avventura può cominciare..

— BOOT LOADER —

Forse ai più sembrerà una banalità, ma il nuovo boot loader fa la sua sporca figura. Abbandonato lo stile minimalista della Developer Preview, questa volta a farci compagnia durante il caricamento della lista dei sistemi operativi è direttamente “Betta Fish”, il pesce (a contorni “Metro”) che abbiamo imparato a conoscere durante la fase Beta di Windows 7. Qualche secondo dopo vi troverete di fronte ad una “well-designed” schermata a sfondo azzurro in cui comparirà una lista dei Sistemi Operativi installati (non ho testato il riconoscimento di SO non-Microsoft) e in cui, magia, potete utilizzare il Mouse (o il tocco). Niente di nuovo rispetto alla DP ma dato che all’epoca non avevo detto nulla.. eccomi qui 😉

— START SCREEN & DESKTOP —

Eccoci. E’ lei. E’ Davanti a voi. E’ la Start Screen. Se non sapete di cosa sto parlando dovrei chiedervi dove avete vissuto negli scorsi 5/6 mesi. Si tratta dell’ambiente più amato/odiato della storia dei sistemi operativi. Gli amanti delle novità (almeno di quelle ben concepite) non faticano a definirla un autentico colpo di genio: è utilizzabile anche da un bambino sui dispositivi Touch e, dopo qualche ora di ambientamento, diventa assolutamente irrinunciabile anche per chi utilizza mouse e tastiera (inoltre c’è da registrare un notevole progresso rispetto alla Developer Preview, con nuove azioni e prestazioni decisamente migliori). Per i “Windowsiani duri e puri” invece la Start Screen è il male. Il Diavolo. La scelta che affonderà Microsoft e che le utenze Desktop/Businness non utilizzeranno mai, per nulla al mondo. Ci si lamenta, in sostanza, che il caro vecchio Desktop, quello che “tutti-sanno-usare-perché-si-fa-così-da-trent-anni” sia ora una mera applicazione, che si apre, si usa e si chiude. Come se non bastasse, questa volta quei malefici programmatori si Microsoft sono stati davvero crudeli: hanno eliminato il tasto Start ed il relativo Menù! Ora, alzi la mano chi, utilizzatore di Windows 7 con le icone di Cestino, Computer, Profilo e Pannello di Controllo visualizzate sul Desktop, utilizza il menù Start più di una volta al mese.. Nessuno? Lo sospettavo. Molti? E cosa ci fate? Cercate i collegamenti ai programmi? Lo sapete, vero, che basta pigiare il tasto “WIN” ed iniziare a digitare il nome del programma per averlo a dispoizione in 0,0 secondi? Diciamocelo, già in Windows 7 il menù era inutile. Solo un altro posto dove le applicazioni spazzatura potevano spargere collegamenti. E, seguento il detto “tolto il dente, tolto il male”, “tolto il menù, tolto il pulsante”. Il Desktop rimane comunque il punto focale dell’attività lavorativa dell’utente medio in quanto è l’unico ambiente in cui si possono utilizzare le Applicazioni Non-Metro (ovvero tutte quelle che abbiamo imparato ad utilizzare sin dalla notte dei tempi). Scordatevi, ad esempio, una Metro-App di Photoshop. O di Autocad. Quelle rimarranno per molto tempo applicazioni x68 scritte in codice nativo o al massimo seguendo il paradigma .Net (niente WinRT). E questo tipo di applicazioni non c’è verso di eseguirle direttamente dalla Start Screen. Il desktop rimane importante anche durante la navigazione: la Metro-App di Internet Explorer 10 è qualcosa di davvero spettacolare (ne parlerò a breve) ma porta con sé una grande novità: niente plugin. Avete bisogno di Flash? Niente. Java? Neanche Morti! Cosa fare allora? Quando viene caricata una pagina che fa uso di Plugin viene informato l’utente che, se vuole continuare, dovrà sorbirsi il passaggio al Desktop e alla versione “classica” di Internet Explorer 10

— PRESTAZIONI —

Niente stress-test, per ora. Né test di compatibilità. Al momento ho avuto solo il tempo di installare e fare qualche prova qua e la. Le prime cose che balzano all’occhio sono la straordinaria velocità di caricamento e l’impressionante fluidità del sistema nelle sue operazioni basilari. Niente da spartire con le vecchie versioni Beta distribuite fino a Windows Vista. Molto più veloce anche della Beta di Windows 7 (e anche della versione definitiva con SP1, a dire la verità). E stiamo parlando di macchine che, ad occchio, risalgono al “lontano” 2007. Peccato non avere a disposizione un Core i7, 16GB di ram DDR3 e un disco SSD SATAIII.. Dopo qualche ora globale di utilizzo mi sento di dire che anche la stabilità è notevolmente migliorata rispetto alla Developer Preview (che soffriva di qualche crash di Explorer di troppo).

— METRO APP —

Sono la novità del momento. Sono le Metro-Applications, ovvero quei programmi scritti secondo il nuovo paradigma WinRT, installabili solo dal Market, lagati al LiveID e capaci di funzionare direttamente dalla interfaccia Immersive. Non ho provatò granché perché, appunto, serve un LiveID per accedere al Market e al momento non ho voglia di perdere tempo per leggere le condizioni di licenza. Ho provato, però, Internet Explorer 10 e le varie App preinstallate (Weather, Maps ecc..) e devo dire che le trovo spettacolari, sia come design che come implementazione. Nulla da dire. Da valutare più nel dettaglio le performance sotto stress e soprattutto l’utilizzo di risorse una volta “in pausa”.

— CONCLUSIONI NON CONCLUSIVE —

Per il momento mi fermo qui, perché ho bisogno di più di qualche ora di utilizzo per dare un giudizio complessivo. Vi dico però che per essere la Beta di un Sistema operativo che si presentava come “Rivoluzionbario” (e, in effetti, lo è) lo trovo davvero ben fatto. E no, non è “inutilizzabile” con Mouse e Tastiera. Basta solo dedicare qualche ora allo studio della nuova Start Screen. E no, l’ambito Businnesso non lo salterà “a piè pari” per via di Metro dato che, molto probabilmente, tutta la questione sarà risolvibile tramite GPO. Per ora è un 8 pieno.

Al prossimo articolo per qualche informazione in più 😉

[Omnia / Luca Zaccaro]

  • Share on OkNotizie
  • Share on Twitter
  • Share on Facebook
Categorie
Tecnologia

Download Windows 8 Consumer Preview (CP)

Microsoft ha appena rilasciato pubblicamente la Consumer Preview di Windows 8 (6.2.8250.0.winmain_win8beta.120217-1520).
Questa versione, paragonabile ad una Beta, è liberamente scaricabile da chiunque e installabile su qualsiasi PC (a patto che soddisfi i requisiti minimi). Potrà essere utilizzata senza alcun tipo di restrizione fino allo scadere del periodo di prova .

Il download della versione Client 32 bit è disponibile in questa pagina: Link

Il download della versione Client 64 bit è disponibile in questa pagina: Link

Il download della versione Client ARM è disponibile in questa pagina: no link yet

Il download della versione Server 64 bit è disponibile in questa pagina: no link yet

Ecco una carrellata di “pillole” che riguardano Windows 8:

Q: Cosa è Windows 8?
A: Windows 8 è il nome in codice della prossima generazione di Sistemi Operativi di Microsoft (Kernel 6.2)

Q: Si tratta della versione definitiva di Windows 8?
A: No, si tratta di una fase Beta, alla quale devono seguire le fasi di RC, RTM e GA

Q: Windows 8 CP sarà disponibile in Italiano?
A: No, o almeno non ufficialmente. Può darsi che presto verranno diffusi illegalmente i Language Pack

Q: Quali architetture saranno supportate da Windows 8 (Kernel 6.2)?
A: Windows 8 (Kernel 6.2) funzionerà sui comuni processori a 32 bit e a 64 bit. Supporterà inoltre, per la prima volta, la piattaforma ARM

Q: Quali dispositivi saranno supportati da Windows 8?
A: Windows 8 supporterà tutti i dispositivi attualmente supportati da Windows 7, a patto che rispettino i requisiti minimi. Windows 8 è inoltre ottimizzato per il funzionamento sui Tablet PC con il supporto al Touch Screen.

Q: Cosa è Metro?
A: Metro è una filosofia di Design lanciata da Microsoft con il rilascio di Windows Phone. Metro è profondamente integrato in Windows 8, il quale offre una interfaccia ispirata a Metro e appositamente studiata per funzionare con input di tipo Touch (Immersive).

Q: Cosa è Windows Store?
A: Windows Store è una applicazione disponibile in Windows 8 che permetterà di centralizzare la pubblicazione e la distribuzione di applicazioni e driver. Sarà l’unica possibilità di condividere le nuove applicazioni Metro-Style supportate dal sistema insieme alle vecchie applicazioni Windows. Dovendo superare un controllo di garanzia, è opinione comune che queste applicazioni appariranno sullo Store solo dopo che un team di esperti abbia accertato la non presenza di Malware e falle critiche di sicurezza

Q: Windows 8 includerà un nuovo browser?
A: Sì, in Windows 8 sarà disponibile Windows Internet Explorer 10 che funzionerà in due modalità completamente differenti tra loro: nell’ambiente Desktop troveremo il “classico” Internet Explorer mentre una Metro-App appositamente sviluppata e basata sul motore di IE10 permetterà la navigazione in Internet dall’interfaccia Immersive senza però supportare alcun tipo di plugin (compreso Flash Player). Se una pagina richiede un plugin aggiuntivo verrà presentato all’utente un messaggio che permette di passare alla versione “classica” del browser, abbandonando l’interfaccia Immersive

Q: Windows 8 includerà Ribbon?
A: Sì, Windows Explorer includerà un menù navigazionale progettato sfruttando i Ribbon di Office 2007, ovvero un re-design dei classici menù (File, Modifica, Visualizza ecc..) che sa modificarsi automaticamente in base alle azioni dell’utente.

Q: Windows 8 avrà il pulsante “Start”?
A: Sembra di no. Il pulsante fisso che abbiamo conosciuto a partire da Windows 95 è sparito (insieme al menù Start), ed è stato sostituito da un pulsante a scomparsa (compare posizionando il mouse nella parte inferiore sinistra dello schermo) che permette di accedere alla nuova Start Screen. Non è ancora chiaro se questa sarà una opzione disattivabile o meno.

Q: Windows 8 sarà accompagnato da una versione Server?
A: Sì, mentre Windows 8 è destinato ad una utenza Home/Businness, una versione dedicata (nome in codice Windows Server 8) è pensata specificatamente per l’utenza Server. Una versione di test di Windows Server 8 dovrebbe essere rilasciata nella giornata di oggi

Q: Quali sono i principali miglioramenti presenti in Windows 8?
A: Supporto ARM, interfaccia Immersive, Metro-App, Windows Store, nuovo logo Windows, tema Aero Lite, Charm Bar, nuovo Gestione Attività, nuove impostazioni di ripristino del Sistema, integrazione con Live ID, nuovo metodo di attivazione, Hyper-V (prima disponibile solo in Windows Server), nuovo Windows Defender, ISO mount, PDF Reader, nuova gestione MUI, Windows To Go, Secure Boot, NFC e molti miglioramenti di affidabilità, sicurezza e prestazioni

Q: Quali sono i requisiti di sistema di Windows 8?
A: I requisiti minimi di Windows 8 sono gli stessi di Windows 7. Li trovate su Wikipedia

[Omnia / Luca Zaccaro]

  • Share on OkNotizie
  • Share on Twitter
  • Share on Facebook
Categorie
Tecnologia

Windows 8, domani la CP

Domani, intorno alle tre del pomeriggio, Microsoft rilascerà pubblicamente la Consumer Preview di Windows 8 (siamo abituati a chiamarla Beta).
Ehi, è una cosa che succede una volta ogni quattro anni.. deve essere speciale!
Sì, in effetti lo è. Windows 8 porta con sé una vera e propria rivoluzione nel mondo dei sistemi operativi di mamma Microsoft. Inutile che stia qui a raccontarvi il perché

Io il proposito di scriverci due righe appena riesco a provarla lo faccio, chissà mai che questa volta non riesca davvero a trovare il tempo!

Buon download a tutti!

PS: sì, quello che vedete in alto è il nuovo logo ufficiale di Windows.

[Omnia / Luca Zaccaro]

  • Share on OkNotizie
  • Share on Twitter
  • Share on Facebook
Categorie
Tecnologia

Windows 8 Customer Preview il 29 Febbraio

Secondo quanto riportato dal sito Neowin, la Customer Preview (Beta) di Windows 8 verrà rilasciata pubblicamente il 29 Febbraio.

Stando inoltre all’articolo di Tom Warren su The Verge, sembra che Windows Media Center non farà parte nemmeno di questa release o, in caso contrario, si presenterà identica alla versione presente su Windows 7.

Fine mese si avvicina.. scaldate il vostro Hard Disk 😉

[Omnia / Luca Zaccaro]

  • Share on OkNotizie
  • Share on Twitter
  • Share on Facebook
Categorie
Tecnologia

Windows 8 Build 8220 Review

WinUnleaked, fonte affidabile quando si tratta di “spifferi” da Redmond, ha pubblicato una review di Windows 8 Build 8220, quella che tra pochi giorni molto probabilmente diventerà la Customer Preview liberamente scaricabile da tutti (proviene infatti dal ramo di sviluppo WinMAIN_Win8Beta).

Questa recensione parte subito “col botto”, affermando che è molto più veloce di Windows 7 SP1 e che l’utilizzo con il mouse è molto migliorato rispetto alla Developer Preview di Settembre.

Il Changelog riporta i seguenti miglioramenti:

– Nuovo branding : “Windows 8 Consumer Preview”
– Nuovo set di icone ImmersiveUI
– Nuovo set di Backgroung per la Start Page
– Nuovi collegamenti per la Charm Bar
– Nuovo template per il menù Apps
– Nessun Watermark, solo la Build corrente
– Nessun Security Hash
– Molti bugfixes
– Nuova organizzazione dei menù Ribbon
– Nuova disposizione “splittata” della tastiera touch

La novità che subito balza all’occhio, tuttavia, è sicuramente la scomparsa del pulsante “Start”, presente in Windows dal 1995. Al suo posto, quando si avvicina il cursore del mouse alla parte inferiore sinistra dello schermo, compare una piccola anteprima della Start Page.

Al momento non si sa nulla riguardo Windows Media Player e Windows Media Center, se non che quasi sicuramente saranno inclusi in questa versione. Windows Store riporta un avviso che invita a riprovare in seguito.

Piccolo Cameo: Canouna, l’autore dell’articolo, ha deciso di utilizzare come icona del Cestino quella originale di Windows 95/98. Un po’ di nostalgia per la scomparsa del quasi ventennale pulsante “Start”?

In ogni caso ricordo a tutti che la Consumer Preview sarà rilasciata tra qualche giorno (qualcuno indica il 14) e tutti noi saremo in grado di provarla ed esprimere le nostre opinioni.

Per il momento.. grazie Canouna, e date uno sguardo al suo articolo per una ricca collezione di screenshot!

[Omnia / Luca Zaccaro]

  • Share on OkNotizie
  • Share on Twitter
  • Share on Facebook
Categorie
Tecnologia

Windows 8, novità in arrivo

Sono passati quasi tre mesi dalla pubblicazione di Windows 8 Developer Preview e Microsoft annuncia chè è stata superata la soglia dei 3 milioni di Download. Non male, non male davvero per un sistema operativo che (nel bene o nel male) si candida ad essere una vera e propria rivoluzione. Se devo dire la mia ho installato la DP quasi al Day One sul mio PC di test e da allora l’ho utilizzata almeno un paio di volte a settimana: al contrario delle build precedentemente trapelate questa è incredibilmente stabile e reattiva, pur trattandosi di una versione Alpha.

Ma tant’è.. Il tempo passa e ormai stiamo correndo verso la prossima Milestone! I primi rumors sono stati confermati ufficialmente da Microsoft ed ora sappiamo che la Beta pubblica sarà disponibile verso la fine di Febbraio 2012.

Negli ultimi giorni ci sono state tante nuove “sorprese” su cosa ci aspetta in questa nuova versione, quasi tutte provenienti da una delle ultime build che sembrerebbe essere in fase di test in quel della Cina. Eccole, presentate brevemente e “alla rovescia” rispetto all’ordine cronologico con cui sono state “spifferate”:

Dettagli ufficiali su Windows Store, disponibile dalla Beta: 49$ di ingresso (99$ per le aziende), app da 1,49$ a 999,99$ e una percentuale del 30% per Microsoft che potrà scendere al 20% se l’app vende più di 25.000$. Link

Modifiche allo Start Screen, ora con tema di fondo modificato e altre novità. Link

Supporto a dischi enormi (grazie a UEFI) e nuovo layer di File System chiamato ReFS. Link e Link

Le applicazioni Metro si potranno chiudere con una nuova gesture e forse sui dispositivi ARM saranno le uniche disponibili (niente ambiente Desktop). Link

Il Pannello di Controllo, dopo anni e anni di onorato servizio, verrà forse rinominato in “PC Settings”. Link

Nuova Charm Bar, resuscitata direttamente dai tempi di Longhorn, sul Desktop classico. Link

Ne avete abbastanza per oggi?

[Omnia / Luca Zaccaro]

  • Share on OkNotizie
  • Share on Twitter
  • Share on Facebook