Categorie
Tecnologia

eXPired

Windows Xp Patch

Non era uno scherzo. Alla fine il giorno della “pensione” per il vecchissimo Windows Xp è arrivato davvero! Scaricate gli aggiornamenti di oggi da Windows Update perché saranno gli ultimi!

Da domani Microsoft smetterà ufficialmente di supportare il suo Sistema Operativo di maggior successo (uscito nel lontano 2001), lasciandolo vulnerabile ad ogni tipo di attacco informatico. Solo i Governi e le grandi Corporazioni potranno permettersi, a suon di milioni, di ottenere supporto e aggiornamenti personalizzati ancora per un po’ di tempo.

Morale della favola: “lasciate ogni speranza, o voi ch’entrate!”. Davvero, se non l’avete ancora fatto, pensate ora ad una alternativa!

Io vi posso solo dare qualche informazione in più sulla fine del supporto e qualche consiglio su come sopravvivere se proprio non potete fare a meno di quello sfondo con le colline.

Avete qualcosa da aggiungere?

[Omnia / Luca Zaccaro]

  • Share on OkNotizie
  • Share on Twitter
  • Share on Facebook
Categorie
Tecnologia

Usare Windows Xp e limitare i danni

Qualche settimana fa vi ricordavo di come la lunga vita di Windows Xp fosse ormai agli sgoccioli e provavo ad analizzare le tre situazioni più comuni di chi ancora oggi utilizza quel Sistema Operativo vecchio di 13 anni.

Ragionavo sul fatto che quasi sempre l’aggiornamento ad una nuova versione o l’acquisto di un nuovo Computer fossero la scelta migliore (anche, paradossalmente, dal punto di vista economico).

Chiudevo riconoscendo che, in alcuni particolarissimi casi, poteva esserci la necessità di rimanere sul vecchio Sistema.

In questi (ripeto, RARISSIMI e PARTICOLARISSIMI) casi ecco qualche buon consiglio per limitare i danni dopo l’8 Aprile 2014, quando il caro vecchio Xp sarà esposto ad ogni tipo di minaccia per tutti i Secoli dei Secoli. Svilupperò il post come un elenco numerato. È la mia personalissima visione, sentitevi libere/i di esprimere le vostre critiche e i vostri consigli nei commenti

1) Primo passo: assicuriamoci che Windows Xp sia “sano” in questo momento. Con Internet disconnesso (via il cavo, così siamo più sicuri) effettuiamo una scansione completa alla ricerca di ogni tipo di minaccia. Io vi consiglio MalwareByte’s AntiMalware. Aggiungerei anche una scansione contro eventuali Rootkit da effettuare facendo il boot da un CD o da una chiavetta USB. Rimuovere ogni sorta di nefandezza e ripetere ciclicamente fino a quando le scansioni non terminano con esiti completamente positivi

2) Lasciando il PC scollegato da Internet rimuovere tutti i Programmi non necessari, specie quelli che richiedono l’accesso alla rete. Windows Xp non è più il “Sistema di tutti i giorni” limitatevi ad usarlo per ciò che è strettamente necessario

3) Stesso discorso fatto sopra: con Internet scollegato disabilitare tutti i Servizi non necessari. Ecco qualche spunto: Simple File Sharing, File Sharing Alerter, ClipBook, Messenger, Netmeeting Remote Desktop Sharing, Network Dynamic Data Exchange, Network DDE DSDM, Remote Registry Service, Routing and Remote Access, Telnet, Universal Plug and Play Device Host, IIS, Remote Desktop Help Session Manager, Remote Registry, Routing & Remote Access, SSDP Discovery Service, Server, Computer Browser, etc..

4) Rimuovere tutti gli Account locali non utilizzati (a parte Administrator e Guest)

5) Disabilitare l’invio di richieste di Assistenza Remota

6) Abilitare il Firewall di default di Windows Xp o installarne uno di terze parti

7) Collegare Internet. Aggiornare il Sistema Operativo, il Browser e tutte le applicazioni con gli ultimi aggiornamenti/SP disponibili. Già che ci siamo aggiorniamo anche tutti i driver alle ultime versioni

8) Impostare l’Audit di Sistema come spiegato, ad esempio, in questo link

9) Impostare il blocco degli Account dopo un certo numero di tentativi di Logon falliti

10) Creare una Password per l’Account Guest con il comando “net user guest password”

11) Creare un Account dai privilegi limitati ed utilizzarlo per le operazioni quotidiane

12) Rinominare l’account Administrator (che ha già una password, vero?)

13) Abilitare le “Private Folders” per proteggere i files personali

Anche in questo caso non potrete essere certi di lavorare su un Sistema inviolabile (e, mettetevelo in testa, non sarà mai così) ma di certo avrete alzato notevolmente il livello di sicurezza.

Naturalmente il mio consiglio spassionato rimane sempre lo stesso: usate Xp il meno possibile e, se non strettamente necessario, connettetelo solo alla rete locale senza esporlo su Internet.

Detto questo, vi lascio al vostro “pezzo da museo”.. Buona fortuna 🙂

[Omnia / Luca Zaccaro]

  • Share on OkNotizie
  • Share on Twitter
  • Share on Facebook
Categorie
Tecnologia

Disponibile Windows 8.1

Windows 8.1 GA

È finalmente disponibile per tutti la versione definitiva di Windows 8.1, prima “revisione” del Sistema Operativo presentato da Microsoft proprio un anno fa.

I possessori di Windows 8 possono scaricare gratuitamente l’aggiornamento tramite lo Store, mentre gli utenti di Windows 7 e precedenti possono acquistare e scaricare la ISO direttamente dal sito di Windows.

Subito dopo l’installazione dell’aggiornamento saranno disponibili corposi aggiornamenti per le Metro App pre-installate e un “GA RollUp Update” tramite Windows Update.

Ad aspettare i nuovi utenti di Windows 8.1 sullo Store c’è (finalmente) l’applicazione ufficiale di Facebook.

Windows 8.1 include una serie sterminata di aggiornamenti che trovate eccellentemente elencati su Neowin.

Cosa ne pensate?

UPDATE 18/10/2013

Su WinSuperSite una guida “Step By Step” all’aggiornamento da Windows 8.

Rimangono ancora un paio di questioni da chiarire:

– Come aggiornare da Windows 8 Pro With MCE a Windows 8.1 (mantenendo Media Center)? Da alcuni commenti letti sul Web sembra che lanciando l’aggiornamento dallo Store il Sistema sia abbastanza “intelligente” da riconoscere la versione installata come Windows 8 Pro With MCE e scaricare direttamente la versione Windows 8.1 Pro With MCE. In alternativa, aggiornando dalla ISO, il programma sarà rimosso ma potrà essere ripristinato semplicemente accedendo alla sezione “Add Features” e re-inserendo il codice ricevuto a suo tempo per Windows 8.

– Come gestire l’aggiornamento da un PC con Windows 8 che funziona con un utente Locale (niente account MS)? Nella pagina dedicata all’Update sul sito di Windows c’è scritto, ben nascosto, che è possibile continuare ad utilizzare un Account Locale: alla richiesta di effettuare il Login con un Account Microsoft scegliere “Create New” e quindi “Continue using my existing Account”

Qualcuno ha avuto esperienze in merito?

[Omnia / Luca Zaccaro]

  • Share on OkNotizie
  • Share on Twitter
  • Share on Facebook
Categorie
Tecnologia

Windows “Blue” 8.1 è pronto

Windows 8.1

Con due diversi interventi (qui e qui) Microsoft ha comunicato ufficialmente di aver concluso i lavori sulla nuova versione di Windows sia per la versione “Client” che per quella “Server”.

Windows 8.1 e Windows Server 2012 R2 (questi i nomi ufficiali dietro l’etichetta “Blue”) saranno disponibili per tutti dal prossimo 18 Ottobre, un giorno prima per il download dal Windows Store.

Per quanto riguarda Windows 8.1 si tratterà di un Upgrade gratuito (proprio tramite download digitale) per gli utenti di Windows 8, mentre per tutti gli altri sarà semplicemente la nuova versione di Windows da acquistare. Windows 8.1 infatti è stato etichettato come un “Upgrade”, a metà strada tra un Service Pack (che d’ora in avanti spariranno) e un nuovo Sistema.

Ancora nessuna conferma per quanto riguarda Visual Studio 2013, Windows Phone 8.1 e le nuove versioni di Office e SQL Server

[Omnia / Luca Zaccaro]

  • Share on OkNotizie
  • Share on Twitter
  • Share on Facebook
Categorie
Tecnologia

Lumia 820 + WP8: Prime Impressioni

Nokia Lumia 820

La mia curiosità nei confronti di Windows Phone nasce dal momento della sua presentazione (15/02/2010) ma allora ero ben cosciente del fatto che il sistema fosse abbastanza acerbo e che al momento del rilascio (21/10/2010) non c’erano smartphone capaci di garantire una esperienza soddisfacente al 100% con questa innovativa piattaforma. Poi è arrivato l’accordo con Nokia (che i telefoni li sa fare bene) e la presentazione dei primi due Smartphone della serie Lumia (710 e 800, il 21/10/2011) con la nuova versione del Sistema Operativo. I dispositivi erano (sono) davvero ben fatti e Windows Phone 7.5 prometteva di colmare molti dei “difetti di gioventù” del suo predecessore. Stavo iniziando a valutare l’acquisto quando sono iniziati a circolare i primi rumors riguardanti Windows Phone 8 (completamente riscritto sul kernel NT) che, tra le altre cose, facevano ipotizzare che nessuno dei devices attualmente in commercio avrebbe ricevuto questo aggiornamento. Ho deciso di aspettare ed effettivamente le cose sono andate così. Nel frattempo però potevo provare Windows Phone 7.5 sullo Smartphone di mio cugino e l’iniziale curiosità si è trasformata in una vera e propria attesa. Ed eccoci a Windows Phone 8 e al Lumia 820. Dopo qualche mese di recensioni e prove sul campo, settimana scorsa mi sono deciso e sono passato “al lato oscuro della forza”. Ecco di seguito le mie primissime impressioni dopo sette giorni di utilizzo:

PACKAGE
Ho acquistato un Lumia 820 grazie all’offerta Vodafone (300€ invece che 499€ con l’abbinamento di un piano ricaricabile, mica male) e mi è stato subito consegnato il dispositivo, con la promessa di avere una Micro-SIM dopo 24 ore. Il box è pratico ed essenziale. Al suo interno troviamo lo Smartphone (con la cover intercambiabile), il manuale, il caricatore a muro con cavo USB separabile e le cuffie. Il telefono è protetto da un buon rivestimento di plastica e sul display troviamo uno stick di protezione facilmente rimuovibile.

DEVICE
Dopo aver richiesto una nuova Micro-SIM ed averci fatto caricare il mio attuale numero (addio, vecchia SIM del 2001!) posso iniziare ad usare il device. Inizio subito col dire che è molto “compatto”. E’ grande ma non enorme (display 4,3”) con un peso lievemente alto se confrontato con altri “fratelli” (niente di esagerato, comunque). In ogni caso la qualità produttiva è alta, si capisce subito di avere in mano un Nokia. Rimuovo la cover (le prime volte bisogna fare un po’ di forza) ed inserisco la Micro-SIM e una Micro-SD Sandisk da 16GB (classe 4). La batteria è removibile e non è bloccata all’interno del case (avrei preferito una sorta di blocco). Accendo il device e inizio la configurazione iniziale. Non c’è che dire.. giudizio più che positivo per Nokia e per il suo Lumia 820.
Nota: non ho preso in considerazione il 920 solamente perché troppo grande per me.

WINDOWS PHONE 8
Primo avvio, il sistema mi saluta e si offre di aiutarmi nei primi passi della configurazione. Richiede l’associazione con un Microsoft Account (nuova definizione per tutti gli account msn, hotmail, live e outlook) e la possibilità di usare la rete dati per la sincronizzazione. Inserisco il mio account Outlook e procedo. In men che non si dica vengo reindirizzato sulla Start Screen customizzata da Vodafone. Inutile dire che dopo cinque secondi la schermata era già totalmente diversa ed adattata alle mie esigenze. Mi collego alla rete Wi-Fi di casa e, dopo aver sincronizzato le altre mie utenze (Google, Facebook, Twitter), procedo al download delle App “fondamentali”: Facebook, Whatsapp, Twitter e Youtube. Il passo successivo è la configurazione delle App Nokia (soprattutto il download delle mappe italiane offline). Bene, è tempo di controllare i Contatti (vero e proprio Hub tra i contatti telefonici, gli indirizzi mail e gli account dei Social Network) e di unire manualmente le (poche) occorrenze che non sono state già gestite dal Sistema. Stavo per terminare la mia prima serata con Windows Phone 8 quando vengo informato che Portico (il primo grande aggiornamento per questo sistema) è pronto per il download. Confermo, attendo qualche minuto e il device si riavvia da solo un paio di volte. Bene, ora anche Windows Phone è aggiornato all’ultimissima versione. Direi che anche in questo caso si tratta di una promozione a pieni voti

SETTE GIORNI
Sette giorni non sono sufficienti a dare un giudizio complessivo ma, per quanto ho avuto modo di sperimentare, confermo i giudizi positivi sia sul device che sul sistema. La qualità audio delle chiamate è ottima, la ricezione di rete (cellulare e dati) è buona, la batteria dura un paio di giorni (con il 3G non sempre attivo e alcune impostazioni settate in modo opportuno), le App che mi servono ci sono e funzionano, la facilità d’uso è evidente, la navigazione è fluida e la sveglia ha quel non so che di Oriente che al mattino non fa che bene.

Tornerò sicuramente a parlare di questo mio acquisto tra qualche tempo, quando mi sarò fatto un po’ di esperienza sul campo e quando, presumibilmente, saranno saltati fuori i primi problemi.
Ripeto il mio giudizio iniziale: acquisto consigliato!

[Omnia / Luca Zaccaro]

  • Share on OkNotizie
  • Share on Twitter
  • Share on Facebook
Categorie
Tecnologia

Windows 8 Upgrade: qualche domanda a Microsoft

Continuo ad avere qualche dubbio sul processo di aggiornamento a Windows 8 (che peraltro ho già eseguito su un PC a casa). Inizio a postare i miei dubbi qui nel caso in cui qualcuno avesse risposte CERTE in merito. In seguito potrei anche chiedere direttamente a Microsoft.

In tutti i casi si fa riferimento ad uno scenario di aggiornamento da Windows Xp, Vista, 7 (legalmente attivato) a Windows 8 Pro (con eventualmente il Media Center Pack).

– Se, dopo aver portato a termine con successo l’aggiornamento a Windows 8, si rendesse necessario per qualche motivo ripetere l’intero passaggio sarebbe ancora possibile re-installare il sistema operativo precedente e procedere di nuovo con l’upgrade a Windows 8 (eventualmente anche dopo il 31 Gennaio 2013) utilizzando la stessa chiave di attivazione?

– Fino al prossimo 31 Gennaio Windows Media Center potrà essere aggiunto GRATUITAMENTE a Windows 8 Pro dato che la relativa chiave per il “Feature Pack” viene spedita senza ulteriori spese all’indirizzo fornito. Se per qualche ragione dovessi ripetere la procedura di aggiornamento a Windows 8 Pro da Windows Xp, Vista o 7 dopo il 31 Gennaio 2013 sarà ancora possibile utilizzare la chiave “gratuita” per ottenere di nuovo Windows Media Center?

– Per utilizzare questa opzioni di aggiornamento è necessario avere installata sul computer in oggetto una versione di Windows Xp, Vista o 7 genuino (con relativa licenza). Nelle FAQ disponibili sul vostro sito internet viene riportato che è possibile “tornare indietro” re-installando il Sistema Operativo precedente dal supporto originale. Questo vuol dire che la licenza del Sistema Operativo da aggiornare non viene invalidata? In breve, sarà possibile convalidare la vecchia versione del Sistema Operativo dopo questo eventuale “downgrade”?

– Se decidessi di aggiornare, ad esempio, la mia installazione di Windows Vista 32 Bit a Windows 8 Pro 32 Bit sfruttando la chiave ottenuta con l’aggiornamento sarebbe possibile, in futuro, utilizzare la stessa chiave per aggiornare (sullo stesso PC) il precedentemente citato Windows Vista 32 Bit a Windows 8 Pro 64 Bit (utilizzando ovviamente un disco di Windows 8 Pro a 64 Bit)? In breve, la chiave di Windows 8 Pro fornita durante l’Upgrade è INDIPENDENTE dall’architettura (ovviamente senza contare RT)?

Grazie a chiunque saprà rispondere a questi miei dubbi 🙂

[Omnia / Luca Zaccaro]

  • Share on OkNotizie
  • Share on Twitter
  • Share on Facebook
Categorie
Tecnologia

Steven Sinofsky lascia Microsoft

Steven Sinofsky

Qualcuno non se l’aspettava proprio, qualcun altro invece lo aveva già intuito. Resta il fatto che la tempistica è quanto meno inappropriata. Steven Sinofsky lascia Microsoft con effetto immediato (di comune accordo, ci raccontano).

Sinofsky è semplicemente l’uomo che ha fatto “rinascere” Microsoft dopo il “mezzo-fallimento” di Windows Vista, prima con Office e successivamente con Windows 7, Windows 8 e Surface.

Dal punto di vista “tecnico” sicuramente il lavoro di Steve non è in discussione. Tutti i prodotti da lui supervisionati sono validi, sicuri ed efficienti. Quello in cui forse ha peccato, stando a quanto si racconta, è l’interazione con le altre divisioni Microsoft.

Ora che con Windows 8, Windows Phone 8 e Xbox Microsoft ha creato un unico (e potenzialmente vastissimo) ecosistema, serviva un leader capace di lavorare al meglio con gli altri gruppi di sviluppo e forse Steve non era caratterialmente adatto a questo ruolo.

Ma da qui alla “separazione consensuale” il passo non è preve né ovvio. Raccontano, e qui cadiamo nei rumors, che questo Steve non stesse molto simpatico all’altro Steve (Ballmer, il boss) anche perché più volte era stato indicato proprio come suo successore.

Quale sarà la verità? Che impatti avrà sui prossimi prodotti Microsoft?

Non lo so, ma di sicuro non è un bella notizia per chi aveva scommesso (almeno nel breve periodo) sul nuovo ecosistema.

Ora il gioco passa nelle mani di Julie Larson-Green e Tami Reller. Buona fortuna!

Se dovessero arrivare ulteriori aggiornamenti li riporterò nell’articolo

[Omnia / Luca Zaccaro]

  • Share on OkNotizie
  • Share on Twitter
  • Share on Facebook
Categorie
Internet

IE10 Preview per Windows 7: appuntamento a domani!

Come promesso da Microsoft sembra che molto presto (forse addirittura domani) potremo mettere le mani su una versione di valutazione del nuovissimo Internet Explorer 10 per Windows 7.

Oltre ad una aderenza agli standard HTML5 / CSS3 questa decima versione del browser porta con sé molte altre innovazioni. Occhio però, il download non sarà disponibile per Windows Vista (così come IE9 non è disponibile per Windows Xp).

Il browser è già disponibile in versione definitiva per Windows 8 ma a quanto pare il passaggio su Windows 7 non è così immediato e ha costretto Microsoft a prevedere una versione di valutazione per raccogliere anche il feedback degli utenti.

Staremo a vedere cosa succederà domani.. stay tuned 🙂

[Omnia  / Luca Zaccaro]

  • Share on OkNotizie
  • Share on Twitter
  • Share on Facebook
Categorie
Tecnologia

Windows 8 Upgrade: la mia esperienza

Windows 8 RTM

In questi giorni, approfittando del ponte, sono finalmente riuscito a testare l’ormai famoso aggiornamento a Windows 8. Vi riporto la mia esperienza, sperando possa essere utile a qualcuno.

Prima di tutto vediamo da dove sono partito: il computer in questione è un “PC da grande magazzino”, ovvero un pre-assemblato con una versione OEM di Windows. In particolare si tratta di un eMachines (oh, ci tengo a sottolinearlo, non l’ho comprato io!) del 2007/2008, con un Processore Intel Pentium D 820 (2,80 GHz), una Motherboard Foxconn 45CM, 2x1GB di RAM DDR2 @333 MHz e una Scheda Video nVidia GeForce 8400 GS con 256 MB di RAM. In aggiunta alla configurazione originale sono stati aggiunti alcuni Hard Disk (1 SATA + 2 PATA), un Masterizzatore DVD, una Scheda TV Asus (questo computer svolge proprio il ruolo di Media Center) e una Scheda di Rete Wireless PCI.

Anche se non si può decisamente definire un “mostro”, il PC in questione ha (quasi) sempre svolto il suo compito come si deve. Non c’era una reale necessità di aggiornare il Sistema Operativo, ma devo ammettere che l’offerta di Microsoft mi ha tentato al punto di convincermi (e poi volete mettere la nuova Start Screen su un 40” in FullHD??).

Per prima cosa ho fatto un Backup dell’intera configurazione funzionante (fate SEMPRE un Backup completo prima di ogni operazione “critica”!), dopodiché ho portato a termine con successo una installazione pulita del Sistema fornito in Bundle con il PC stesso: Windows Vista Home Premium OEM (SP2). Anche l’attivazione dello stesso è andata a buon fine (come ci aspettavamo).

A questo punto ho installato IE9 (per scrupolo) e ho raggiunto la pagina web dedicata alla promozione di Windows 8. Dopo aver confermato la mia volontà di procedere con l’aggiornamento è partito il download di un piccolo eseguibile, “Windows (8) Upgrade Assistant”.

Avviato l’assistente di aggiornamento ha subito mostrato un report molto chiaro di cosa funzionerebbe su Windows 8 e di cosa si potrebbe migrare. Nel mio caso tutto l’hardware era compatibile (l’avevo già testato con la RP) e, volendo, anche alcune configurazioni potevano essere migrate. Se non che, alla schermata successiva, ho scelto di non migrare nulla, procedendo così di fatto con una installazione pulita.

Nella schermata successiva viene mostrato il dettaglio dell’offerta (30€ + IVA per una copia digitale di Windows 8 Pro Upgrade). Scegliamo di non farci spedire il DVD (sono altri 20€, mi pare) e inseriamo i dati di fatturazione. Fate bene attenzione a digitare correttamente il vostro indirizzo e-mail e il vostro codice fiscale.

Subito dopo la verifica dei dati vengono mostrate le modalità di pagamento. Quelle disponibili in Italia sono “Carta di Credito” e “Paypal”. Scelgo la prima (si tratta di una PostaPay) e inserisco i dati della carta. In pochi secondi il pagamento viene accettato e viene mostrato a video il Product Key di Windows 8 Pro (non preoccupatevi, vi verrà mostrato più volte ed inoltre lo riceverete per e-mail nel dettaglio della fattura).

Inizia quindi il processo di Download dei file di installazione. Nel mio caso il Sistema Operativo che sto aggiornando è a 32 Bit, quindi viene scaricato Windows 8 Pro a 32 Bit (2,00 GB).

Andate a prendervi un caffè con gli amici, ci vorrà un’oretta e mezzo più o meno..

Al termine del Download vi viene chiesto se procedere immediatamente con l’aggiornamento o se creare una Immagine ISO del Sistema. Vi consiglio di scegliere questa opzione.

Terminata la creazione dell’immagine dovrete masterizzarla su un DVD (consiglio: nel vostro programma di masterizzazione scegliete l’opzione per verificare il contenuto del disco).

A questo punto è tutto pronto: inserite il DVD, riavviate, fate in modo che il Sistema legga per prima cosa il contenuto del DVD e attendete il caricamento dell’installazione.

Il primo Step è quello di inserire il Product Key. Al contrario di Windows 7 e Windows Xp SP3 non è possibile procedere senza l’inserimento di un codice valido.

Dopo la verifica del codice viene mostrato il contratto di licenza che dovete leggere e accettare.

Il passo successivo è la gestione delle partizioni. Non è cambiato molto rispetto all’installazione di Windows 7.

Ci siamo, inizia la copia dei file e l’installazione vera e propria. Su un vecchissimo Hard Disk PATA da 40 GB ci ha messo venticinque minuti.

Terminata l’installazione si passa alla configurazione: dovrete scegliere il vostro tema preferito, configurare la connessione a Internet (anche in un secondo momento), scegliere se utilizzare un utente associato ad un Microsoft Account (ex LiveID) o un utente “Locale” e alla fine assistere ad un breve Tutorial che vi illuminerà sulla funzione dei “Corners”.

Ecco fatto: l’installazione di Windows 8 Pro è completa e l’attivazione è andata a buon fine. In aggiunta a tutto questo io ho anche richiesto gratuitamente (fino al 31 Gennaio) un Product Key per aggiungere Windows Media Center. Dopo due riavvii il Sistema (Windows 8 Pro con Media Center) era di nuovo attivato e il programma aggiunto funziona a dovere (a parte qualche cosa da rivedere sull’uso del telecomando).

Che dire, il PC è vecchiotto ma Windows 8, semplicemente, FUNZIONA e funziona BENE. Non so se è merito del fatto che non ho ancora re-installato tutti i programmi o se è il Sistema in sé ad essere più performante. Probabilmente sono vere entrambe le cose. Adesso bisogna valutare come si comporta questo Windows 8 nell’utilizzo di tutti i giorni con mouse, tastiera (su schermo) e telecomando MCE. La primissima impressione è sicuramente positiva.

Ho molto apprezzato anche la procedura di aggiornamento: come avete potuto leggere voi stessi si tratta di un tutorial “passo-passo” e sono convinto che anche gli utenti meno esperti (ok, serve un minimo di dimestichezza) possano completare con successo tutte le operazioni necessarie.

E voi che dite? Avete già aggiornato a Windows 8? Pensate di farlo a breve?

[Omnia / Luca Zaccaro]

  • Share on OkNotizie
  • Share on Twitter
  • Share on Facebook
Categorie
Tecnologia

Ecco Windows 8! Costi e Download Link

Ieri Microsoft ha presentato al mondo Windows 8, la nuova versione del suo Sistema Operativo (qui il Keynote). Dalla mezzanotte di oggi è possibile acquistare dispositivi con il nuovo sistema pre-installato oppure acquistare una licenza per installarlo sul proprio computer.

Ricordo solo che Windows RT, la versione destinata ai Tablet ARM come Surface, non sarà acquistabile separatamente ma disponibile solo con l’acquisto di un dispositivo abilitato.

In questa pagina Microsoft offre una panoramica delle funzionalità delle diverse edizioni.

Ecco invece i prezzi delle licenze di Windows 8:

UPGRADE

Windows 8 Pro Upgrade (da Windows Xp, Vista, 7) download digitale a 29,99€ fino al 31/01/2013

Windows 8 Pro Upgrade (da Windows Xp, Vista, 7) spedizione DVD a 59,99€ fino al 31/01/2013

FULL RETAIL

Windows 8: prezzo sconosciuto

Windows 8 Pro: prezzo sconosciuto

Ma cosa vuol dire “Upgrade”? Una volta scaricata la ISO o ricevuto il DVD con Windows 8 sarà necessario avviare il SetUp all’interno del Sistema Operativo che si vuole aggiornare (Windows Xp, Windows Vista o Windows 7). Dopo il controllo sulla genuinità della licenza, il computer si riavvierà ed inizierà l’installazione vera e propria, dove sarà anche possibile FORMATTARE il disco rigido e procedere quindi con la classica procedura “pulita”. A questo punto conviene salvarsi un Backup completo dell’HDD perché se in futuro dovete re-installare Windows 8 da zero sarà prima necessario re-installare il sistema da aggiornare. Una domanda che non ha ancora ricevuto una risposta ufficiale è se la licenza del sistema “aggiornato” viene invalidata o meno. Se qualcuno ha info in merito me lo faccia sapere!

Nota: come specificato poco sopra i prezzi delle versioni “aggiornamento” subiranno un incremento anche notevole a partire dal 1 Febbraio 2013.

La pagina per acquistare/ordinare Windows 8 Pro Upgrade è questa.

Sembra inoltre che a Redmond sia già Natale: fino al 31/01/2013 Windows Media Center, disponibile come “Feature Pack” per Windows 8 Pro, sarà gratuito. Maggiori info qui.

Di sicuro Windows 8 rappresenta una rivoluzione nel mondo dei Sistemi Operativi Microsoft ed è assolutamente normale un po’ di scetticismo da parte degli utenti. Ma a me sembra che con questa politica di prezzi l’azienda stia fornendo un notevole incentivo alla diffusione del nuovo prodotto e, si spera, al superamento di questo scetticismo.

Io valuterò un Upgrade a Windows 8 (almeno sul PC personale) nelle prossime settimane.

Voi che dite? Avete già provato il nuovo Windows 8?

[Omnia / Luca Zaccaro]

  • Share on OkNotizie
  • Share on Twitter
  • Share on Facebook