Categorie
Tecnologia

Tre anni con Lumia 820 e WP

Segue da: Due anni con Lumia e WP

Sono passati altri dodici mesi ed il caro vecchio Lumia 820 è ancora al mio fianco a fare il suo “sporco” lavoro. Non che avessi dubbi in merito, ma parlando di Smartphone si sa che l’imprevisto è sempre dietro l’angolo. O su un duro pavimento. O dopo un volo di qualche metro da terra. Chiariamoci, di voli il “mattoncino” ne ha fatti, ma di difetti visibili neanche l’ombra.

Purtroppo (e documenterò a breve) anche Windows Phone 8.1 è ancora vivo e vegeto.
Il 2015 che si è appena concluso ha visto nascere un nuovo Sistema Operativo in casa Microsoft: Windows 10 Mobile. L’evoluzione (o rivoluzione) consiste nell’uso dello stesso “cuore” e a volte anche sulla stessa interfaccia grafica di Windows 10, con molti più punti in comune con la controparte Desktop di quanto non realizzato con le precedenti edizioni.

Windows 10 Mobile è già disponibile su alcuni nuovi Lumia (quelli della serie x50) ma, possiamo dirlo senza urlare troppo, si tratta ancora di una sorta di “Release Candidate”. Microsoft non ha mai comunicato di aver concluso lo sviluppo di questa edizione ed il fatto che il roll-out per i dispositivi già sul mercato non sia ancora iniziato (qualcuno ha detto metà febbraio?) è un segnale in questo senso.
Microsoft aveva “quasi” promesso il rilascio anche per tutti gli altri Lumia entro la fine del 2015 ma la data non è stata rispettata. Oltre a non avere ancora la nuova versione del Sistema Operativo sul mio terminale (molti Insider l’hanno giudicata in modo positivo sull’820) non sono nemmeno sicuro di riceverla ufficialmente, un giorno. Questo perché né Microsoft né tantomeno Vodafone IT hanno stilato un piano di rilascio ufficiale e dettagliato e, dalle poche informazioni “trapelate” è emerso che i fratelli minori dell’820 (tipo l’822) verranno aggiornati ma il modello principale forse no.

Da questo derivano diversi dubbi.
In primis la batteria: quella che ho sostituito lo scorso anno è già da buttare, forse anche a causa dell’uso più intensivo che ho fatto della rete 4G in questi mesi. Un ricambio si trova ormai al modico prezzo di 15€ ma prima di spendere altri soldi su questo terminale mi piacerebbe conoscere la sua prospettiva di vita.

Nel frattempo non posso dire che la mia esperienza sia peggiorata. L’820 con WP 8.1 è quasi sempre scattante ma ho iniziato a sperimentare i primi lag ed anche qualche blocco risolto con un riavvio. Code che nei due anni precedenti non erano mai avvenuti. Bisogna anche dire che in tre anni non ho mai effettuato un hard-reset né la re-installazione di alcuna app.

Per quanto riguarda l’utilizzo delle App le mie abitudini non sono cambiate in questi mesi. Uso molto il browser, Facebook, Twitter e Here Drive. Uso spesso anche la fotocamera posteriore (che continua a soddisfarmi), mentre quella anteriore ormai impallidisce al confronto con quelle dei nuovi terminali.

Insomma, fosse per me questo Lumia potrebbe durare benissimo un altro anno, magari con una installazione di Windows 10 in mezzo. Non è un segreto che guardo con estremo interesse ad un Surface Phone (la cui ipotetica presentazione al momento sembra essere pianificata per Settembre 2016), ma MAI, MAI acquisterò un dispositivo del genere al Day 1.

Alla prossima 🙂

[Omnia / Luca Zaccaro]

  • Share on OkNotizie
  • Share on Twitter
  • Share on Facebook
Categorie
Tecnologia

Due anni con Lumia 820 e WP

Nokia Lumia 820

 

Dodici mesi, 3 aggiornamenti (più Windows Phone 8.1). Zero problemi (o quasi). Si chiudono così i miei primi due anni con Lumia 820 e Windows Phone

Quando, due anni fa appunto, ho ritirato il Device da cui vi sto scrivendo ero alla ricerca di un dispositivo di qualità che mi garantisse, ad un prezzo ragionevole, un’esperienza d’uso “globale”. Per telefonare, “messaggiare”, navigare (sul web e per le strade), fotografare, riprendere, lavorare e, perché no, ogni tanto cazzeggiare.

Scartato l’iPhone a priori (troppo caro, sia il dispositivo che l’ecosistema) volevo lasciare Android (venivo dalla versione 2.2.1 su un HTC Wildfire) ed ero molto interessato a Windows Phone 8 perché sapevo che, con il Kernel NT, sarebbe stata tutta un’altra storia rispetto a WP7 di cui in ogni caso mi ero innamorato già a partire dalla presentazione nel 2010.

Scelto il Sistema Operativo (avevo già Windows 8 sul Pc da un paio di mesi) mancava lo smartphone. Ho deciso che era finalmente ora di tornare a casa. Di tornare a Nokia. Perché sulla qualità non c’è mai stata discussione, ma Symbian proprio non lo sopportavo. Due anni fa la scelta non era così ampia come è oggi: dovevo scegliere tra il 920 (molto pubblicizzato ma troppo grande per i miei gusti) e l’820 (relativamente più piccolo ma con cover intercambiabile, slot SD e batteria removibile). Nessun dubbio, ha vinto il secondo. Ho avuto non pochi problemi a trovarlo nei centri Vodafone (ho approfittato di un contratto a fronte di 100€ di risparmio) ma finalmente il 23 Gennaio 2013 era nelle mie mani. Ottenuta la MicroSIM in poche ore ero pronto a “buttarmi nel futuro”.

Alla prima accensione sono stato subito informato della disponibilità di “Portico”, il primo grande aggiornamento per Windows Phone 8. Download e installazione si sono conclusi senza problemi. Ho terminato la configurazione di base (link alle mail e ai social) e ho iniziato ad esplorare questo nuovo mondo.

Primissime impressioni: Device compatto, molto carino. Mi sono abituato immediatamente al peso superiore rispetto all’HTC. Ho molto gradito, da subito, l’interfaccia Metro di WP8 e la profonda sincronizzazione delle informazioni all’interno del Sistema, senza nominare la fotocamera che ho trovato davvero stupefacente (pur conscio delle differenze rispetto al suo fratello maggiore – il 920).

Parliamo di App.. due anni fa la situazione era abbastanza problematica: a parte la piattaforma di navigazione di Nokia con le mappe Offline (veramente ottima!) lo Store non offriva praticamente nulla. Oggi, due anni dopo, non si può certo dire che la situazione sia allo stesso livello di Android e iOS ma le “Top App” ci sono quasi tutte (Google escluso, ovviamente) e anche sulla qualità delle stesse sono stati fatti passi da gigante.

Dopo un anno e mezzo di onorato servizio il mio Lumia è poi “rinato” grazie al grande aggiornamento a Windows Phone 8.1: sembra decisamente un terminale nuovo.. più veloce e responsivo in ogni singolo aspetto. Nell’ultimo mese ho anche iniziato a scoprire le sue potenzialità sulla rete 4G grazie ad una promozione gratuita del mio operatore: anche sotto questo aspetto devo dire che sono rimasto piacevolmente sorpreso.

In questi 24 mesi il telefono è caduto più volte sbattendo contro pavimenti o altri ostacoli. Risultato: un solo, minuscolo, graffio (lungo 3/4 mm) sulla parte superiore destra dello schermo. Per il resto, una volta ripulito dalle ditate, sarebbe rivendibile quasi come nuovo. Sotto questo aspetto Nokia si è confermata all’altezza della sua fama.

E domani?

Penso sia abbastanza chiaro da quanto ho scritto finora che sono decisamente soddisfatto dell’acquisto e che non ho in programma l’acquisto di un nuovo terminale nel breve periodo (sempre che l’amato 820 non mi riservi qualche amara sorpresa dopo la fine della garanzia). A giorni procederò con la sostituzione della batteria con un ricambio originale acquistato qualche mese fa dato che inizio ad intravedere i primi segni di decadimento (10 ore di autonomia). Quindi, se sono fortunato, penso di poter sfruttare il mattoncino ancora per 12/18 mesi.

Inizierò a pensare ad un sostituto solo quando avrò capito in cosa consisterà Windows 10 for Phones (vi prego, il nome è terribile!) e cosa questo comporterà in termini di ecosistema, dato che la migrazione a Windows 10 del mio PC/Surface è assolutamente in programma. In più, dopo l’acquisizione di Nokia Devices da parte di Microsoft, resto in attesa di un terminale bello e leggero, che segua lo stile del Surface, con le seguenti caratteristiche: Display da 4,7/5 pollici ClearBlack con risoluzione che supporti le tre colonne di Tile, attivazione vocale per Cortana (quando arriverà), fotocamera con ottica Carl Zeiss PureView da 21 Mpx con supporto alla registrazione di video a 60 fps per gli “slow-mo” e tasto fisico per l’attivazione, almeno 2 GB di RAM, 16 GB di disco interno e supporto SD per l’espansione.. il tutto ad un prezzo di lancio che non superi i 400€ e che scenda in fretta verso i 300€. Allora, solo allora, prenderò in considerazione l’idea di aprire di nuovo il portafogli 🙂

Per il momento, comunque, ben fatto Nokia & Microsoft.

[Omnia / Luca Zaccaro]

  • Share on OkNotizie
  • Share on Twitter
  • Share on Facebook